Cattivi si diventa.

C’era una volta… (perché è così che iniziano tutte le favole) una bellissima bambina di nome Aurora, costretta, ancora in fasce ad andar via dal suo castello regale per sfuggire a una maledizione, lanciatagli dalla temibile strega Malefica, che l’avrebbe fatta cadere in un lungo sonno nel giorno del suo sedicesimo compleanno.

maleficentE fin qui tutti noi conosciamo la trama del classico Disney, divenuto film per la prima volta nel 1959 e diretto da Clyde Geronimi, Eric Larson, Wolfgang Reitherman e Les Clark. Ma per chi come me è cresciuto con le famose VHS di questi celebri capolavori, sa che per farne una trasposizione cinematografica con attori in carne ed ossa, c’è bisogno di un qualcosa che sconvolga un po’ la fiaba così come noi la conosciamo, che in un certo senso la renda più realistica per quanto appunto una storia di pura fantasia lo possa essere.

Ecco è proprio da qui che il regista Robert Stromberg è voluto partire; da bambini non ci siamo mai chiesti il motivo per cui Malefica fosse cattiva, ma da adulti, i punti di vista cambiano, si evolvono… perciò il caro esordiente Stromberg si è detto: “Perché non incentrare la pellicola sul motivo che ha spinto Malefica (e qui uso una battuta di Kill Bill), a scatenare una ruggente furia vendicativa sulla dolce Aurora?!”.

Maleficent rappresenta proprio il frutto di questa domanda, è vero, l’attesa era tanta, perché, lo ricordiamo questa genialata Disney di riportare sul grande schermo i classici animati a partire da Alice in Wonderland, a Il grande e potente Oz e finire con La Bella e la Bestia è sicuramente stato un vero e proprio scacco matto.

MALEFICENTIn più, poter guardare dopo ben quattro anni di assenza dalle scene cinematografiche la bellissima Angelina Jolie nelle vesti della perfida Malefica, invoglia lo spettatore a tornare in un certo senso bambino.

Malefica è una giovane e bellissima fata alata protettrice di un mondo incantato chiamato Brughiera. La sua vita viene sconvolta dall’arrivo nel regno di un umano, Stefano (interpretato da Sharlto Copley), che farà battere il cuore alla nostra fata. I due crescono insieme fino al giorno in cui si scambieranno il bacio del vero amore. Ma Stefano sempre più avido di potere, decide di spezzare il cuore alla nostra fata, tradendo la sua fiducia e diventando un Re avido e cinico. Tradita e abbandonata, Malefica, assetata di vendetta scatenerà sulla piccola Aurora la sua furia, scagliando su di lei la più celebre delle maledizioni. Stefano decide quindi di portar via la figlia dal castello, ordina di bruciare ogni arcolaio del regno e affida alle tre fatine, Giuggiola (Imelda Stauntont), Verdelia (Juno Temple) e Fiorina (Lesley Manville), di vegliare sulla principessa fino al giorno del suo sedicesimo compleanno. In realtà, chi veglierà sulla vita della bambina facendola crescere in grazia e bellezza sarà proprio lei, Malefica, o fata madrina così come la chiama Aurora (Elle Fanning).

Robert Stromberg e la produttrice Linda Woolverton decidono quindi dar vita ad una vera e propria riscrittura del classico Disney, evolvendone la trama, con pieghe gradevoli e in alcune sequenze anche comiche. Grafica eccezionale e un 3D altrettanto superlativo, che rende l’atmosfera della brughiera in vero e proprio eden.

Certo, l’operazione rappresenta un po’ un azzardo per coloro che fanno riferimento non solo al cartone animato, ma soprattutto alla fiaba di Charles Perrault del 1697.

maleficent1Tuttavia, da adulti, ci si rende conto che forse è proprio così che la storia doveva essere riscritta, perché ciò che viene capovolto in questo film è il punto di vista dello spettatore, che oramai cresciuto trova in Meleficent una realtà più concreta, dove il bene non trionfa sempre sul male, dove le persone non nascono cattive, ma in alcuni casi lo diventano, molte di queste si redimono altre invece no. Ed è questo che più colpisce della pellicola, le mille sfaccettature che una storia può avere.

Nel cast oltre a: Angelina Jolie, Elle Fanning, Sharlto Copley, Juno Temple, Lesley Manville, Imelda Staunton, troviamo Brenton Thwaites, Miranda Richardson, India Eisley, Marama Corlett, Sam Riley, Peter Capaldi, Toby Regbo, Kenneth Cranham, Vivienne Jolie-Pitt, Zahara Jolie-Pitt, Pax Jolie-Pitt.

Al cinema dal 28 Maggio 2014.

Condividi questo articolo!