Una vergine in Tirolo.

Sono iniziate in Alto Adige le riprese di “Vergine Giurata”, opera che segna l’esordio alla regia di Laura Bispuri e vede come protagonista Alba Rohrwacher, che nei prossimi giorni calcherà la Montée des marches del Festival di Cannes. alba-rohrwacher

La pellicola è una produzione Vivo Film e Colorado Film Production in co-produzione con la svizzera Bord Cadre Films, la tedesca The Match Factory Production e l’albanese Erafilm. Il progetto ha ricevuto un finanziamento dalla BLS – Film Fund & Commission dell’Alto Adige.

La sceneggiatura, alla quale ha lavorato la stessa regista insieme a Francesca Manieri, è tratta dall’omonimo romanzo di Elvira Dones (Feltrinelli 2007), ed è incentrata sulla storia di Hana Doda, interpretata nel film da Alba Rohrwacher, una ragazza che cresce sulle montagne albanesi, dove vige una cultura arcaica e maschilista che non riconosce alle donne alcuna libertà. Per sfuggire al suo destino Hana si appella proprio alla legge della sua terra, il Kanun, basata sulla vendetta di sangue, sull’onore e sui clan familiari (nel Kanun c’è scritto cha la donna è un otre che deve solo sopportare): Hana giura di rimanere vergine e si fa uomo, diventa Mark, una “vergine giurata”, ottenendo di essere considerata al pari degli uomini, ma negando così ogni forma di amore. Un rifiuto che diventerà la sua prigione.

Vergine-giurataLa produzione girerà per tre settimane tra Bolzano e Merano e coinvolgerà sul set numerosi professionisti altoatesini. Tra loro, come assistente alla regia lavorerà Giuseppe Tedeschi, come location manager Davide Scaperrotta e come attrezzista Andrea Zadra. Per la prima volta sullo schermo Emily Ferratello, giovane atleta bolzanina di nuoto sincronizzato che interpreterà uno dei ruoli principali del film.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi