Le api degli Yo Yo Mundi

Sabato 30 agosto a Comano Terme (Trento) gli Yo Yo Mundi, uno dei gruppi musicali più amati nel panorama del rock indipendente italiano, saranno in scena con LA SOLITUDINE DELL’APE, spettacolo di narrazione e canzoni con Andrea Pierdicca, scritto da Alessandro Hellmann, Andrea Pierdicca, Antonio Tancredi e Paolo Enrico Archetti Maestri, per la regia di Antonio Tancredi.

La Solitudine dellÕApeQuasi due terzi del cibo che mangiamo e la maggior parte della flora spontanea dipendono dalle api e dagli altri insetti: se in futuro non ci sarà impollinazione, non avremo più né frutta, nè caffè, né verdura… Insomma, senza api non ci sarà più da mangiare. E proprio mentre in tutto il mondo aumenta l’allarme, e Obama crea una task force federale contro la moria delle api, lo spettacolo degli Yo Yo Mundi – seguendo il volo di questo piccolo insetto, sempre più minacciato dalla diffusione di pesticidi e monocolture – propone uno spettacolo che parla di noi e del nostro rapporto con la natura. Sul palco, parole e note, pensieri e canzoni si fondono in un unica narrazione, mentre la musica ‘selvatica’ della band (una definizione coniata dal grande Paolo Conte) sottolinea gli slanci lirici, e fa da contrappunto ai tanti momenti ironici del racconto. Con la forza della denuncia e la leggerezza della poesia, vengono così affrontarti temi urgenti e vitali come tutela ambientale, protezione della biodiversità, difesa della salute.

La Solitudine dellÕApeMentre anche quest’estate si raccolgono dati in tutto il mondo sull’emergenza pesticidi (http://www.mieliditalia.it), gli Yo Yo Mundi – insieme a Francesco Panella dell’Unione apicoltori italiani – confermano così il loro particolare impegno sul fronte ambientalista. La canzone La solitudine dell’Ape, infatti, è ormai diventata l’inno ufficiale della campagna BEE LIFE a sostegno del Coordinamento Apistico Europeo (http://bee-life.eu/en/home/) con il grido “Lo senti il ronzio?”, per la sensibilizzazione ai problemi ambientali legati alla moria delle api: prezioso indicatore di una crisi dovuta all’uso sconsiderato di neonicotinoidi, che mette a rischio il 70% delle nostre risorse alimentari e, – secondo i dati diffusi dall’Autorità europea per la salute alimentare – è un pericolo anche per l’uomo (http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/131217.htm).

Nel frattempo, le associazioni apistiche Unaapi, AAPI e Conapi – con il patrocinio di Slow Food, Greenpeace e Legambiente – hanno lanciato la seconda edizione del Concorso internazionale: “Le Api per un’agricoltura durevole”, rivolto ai giovani disegnatori di tutta Europa. I lavori pervenuti saranno proposti alla votazione on line e infine giudicati da una giuria di qualità, presieduta da Sergio Staino.

Altre date: venerdi 26 settembre (“Terra! Festival dei Territori rurali” – Salò BS).

Condividi questo articolo!