Extant sbarca su Rai3.

EXTANTGiovedì 18 settembre arriva anche in Italia la serie sci-fi prodotta da Steven Spielberg, che parla di intelligenza artificiale e attraverso la vicenda di un’astronauta, Halle Berry, che scopre di essere incinta al termine di una missione in solitaria nello spazio, ripropone il tema degli umanoidi. Il marito, interpretato da Goran Visnjic, è un esperto di robotica che ha creato Ethan, un piccolo androide che i due hanno adottato come un figlio vero.

extDopo gli esperimenti non riusciti di The Newsroom e Boss, Rai Tre punta così su una serie televisiva di grande impatto per conquistare il pubblico della prima serata. “Il servizio pubblico non può non accettare le sfide che un prodotto innovativo come questa serie ci lancia”, ha detto il direttore di Rai Tre, Andrea Vianello, intervenuto alla conferenza di presentazione della serie al Roma Fiction Fest. “Per Rai Tre è una grande possibilità quella di trasmettere una serie come questa, affascinante e moderna, a poche ore dalla trasmissione americana. Questo prodotto ha grandi richiami al cinema, penso ad esempio ad un film come Gravity e più in generale a quei temi trattati dalla letteratura fantascientifica, da Asimov in avanti”, ha spiegato il direttore di Rai Tre, Andrea Vianello, intervistato da Marco Spagnoli.

ext2Presente anche il protagonista Goran Visnjic che ha sottolineato: “La serie è ambientata in un indistinto futuro che potrebbe anche essere molto vicino, visto che l’interazione tra l’uomo e la tecnologia sta avanzando e molti degli oggetti presenti potrebbero presto diventare di uso comune”.

Nel corso della conferenza stampa Goran Visnjic ha parlato del suo rapporto con Halle Berry “una splendida professionista e una donna molto simpatica e tenace”, raccontando anche il suo primo incontro con l’attrice in occasione del provino per la parte di John: “Normalmente sono puntuale alle audizioni, ma quella mattina Los Angeles era più caotica del solito e arrivai con 30 minuti di ritardo. Speravo che anche gli altri fossero in ritardo, invece erano tutti presenti. Ero scoraggiato e infuriato con me stesso, ma mi venne incontro Halle dicendo di star tranquillo e che l’attesa non era stata un problema. Da quel momento è scattato subito un buon feeling tra noi”.

Goran Visnjic ha poi parlato dei suoi esordi in Croazia, dove nel corso della carriera, a differenza dell’esperienza americana, si è per lo più dedicato alle commedie.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi