La fine dei giochi per ‘The Following’.

Una delle serie con più colpi di scena condensati in sole due stagioni – una cifra del suo ideatore Kevin Williamson, che ha già dato prova di saperci fare nella saga di “Scream” – conosce il suo climax, e nel contempo la conclusione, con la terza stagione finale in onda in anteprima assoluta su Premium Crime dal 21 settembre, ogni lunedì in prima serata.

THE FOLLOWING 3 (PREMIUM CRIME)“The Following” rimette in scena il duello teorico/filosofico/fisico tra due antagonisti dove gli opposti si attraggono. Da un lato il detective Ryan Hardy (Kevin Bacon, al suo esordio seriale), ormai disilluso di potersi rifare una vita senza eliminare il contendente; dall’altro l’ex insegnante serial-killer Joe Carrol (James Purefoy), impegnato più a sorprendere il suo inseguitore per la malvagità dei suoi omicidi.

La terza stagione vedrà un ulteriore rimescolamento delle carte in gioco, mentre la frontiera tra Bene e Male si dissolverà gradatamente verso l’helzapoppin’ finale.

Definito in partenza uno “psychological drama”, il serial vanta la firma da ideatore e produttore di Kevin Williamson, già dietro i successi di serie tv come The Vampire Diaries e Dawson’s Creek nonchè di film thriller di culto come la saga di Scream. Uno degli autori più appassionati di metalinguaggio del piccolo schermo americano – solo nella puntata pilota di Dawson’s Creek si sono contate 46 citazioni cinematografiche tra Psycho, Il mostro della Laguna Nera e l’auto-riferimento a Scream – Williamson ha promesso di mettere in scena “una storia che vi terrà inchiodata alla poltrona nonostante i sobbalzi”.

THE FOLLOWING 3 (PREMIUM CRIME) 2Bacon, al suo esordio assoluto in un telefilm, ha rinunciato per l’occasione allo storico rifiuto per il piccolo schermo: “aspettavo da tempo un progetto interessante e questo rientra nella mia passione per le storie in bilico tra la vita e la morte…”. Si dice che Bacon abbia comunque imposto un limite di 15 puntate a stagione, per poter proseguire nelle pause la propria carriera cinematografica.

Ancor prima di partire, la serie è stata eletta “la più attesa del 2013”, oltre che dalla stampa americana all’unisono, da un sondaggio tra gli iscritti dell’Accademia dei Telefilm su Facebook (tanto per rimanere in tema social…).

Oltre a Williamson, la serie è prodotta da Marcos Siega. Tra le guest-stars si è fatta notare Maggie Grace di Lost. John Frizzell compone la colonna sonora. Le riprese sono avvenute ad Atlanta.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi