Un Millennium Falcon è per sempre.

L’attesa è finita, lo abbiamo visto in anteprima. ‘Star Wars Il risveglio della forza’ da mercoledì 16 dicembre è in tutte le sale cinematografiche italiane (circa 850). Una cifra record nella storia dei film distribuiti da Walt Disney Italia nella stagione natalizia. Diretto da J.J. Abrams, è l’evento cinematografico dell’anno: Il Risveglio della Forza ha venduto in una sola settimana oltre 50.000 biglietti di prevendita in tutta Italia.

star wars viiIl regista visionario J.J. Abrams e Lucasfilm riportano così i fan nella “galassia lontana lontana” (immancabile prologo all’inizio del film) che da oltre 35 anni fa sognare intere generazioni e dove ritroveranno alcuni dei personaggi più iconici della saga, come Han Solo, la Principessa Leia, Chewbecca, i due droidi R2-D2 e C-3PO e altri che non vi sveleremo. Al loro fianco ci saranno nuovi carismatici personaggi, tra cui spicca una straordinaria presenza femminile, Daisy Ridley, che interpreta la giovane Rey e il premio Oscar Lupita Nyong’o (invisibile fino ai titoli di coda).

Daniel Frigo, amministratore delegato di The Walt Disney Company Italia, ha dichiarato: “sono convinto che la straordinaria presenza femminile che popola il nuovo universo di Star Wars darà maggiore forza a questa avventura galattica, tanto attesa da un pubblico di tutte le età. Star Wars: Il Risveglio della Forza non richiede assolutamente di aver visto e conosciuto le sei produzioni precedenti per essere apprezzato”.

Nel cast del film ritornano Harrison Ford, Mark Hamill, Carrie Fisher e arrivano anche Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Peter Mayhew e Max Von Sydow. Kathleen Kennedy, J.J. Abrams e Bryan Burk sono i produttori mentre Tommy Harper e Jason McGatlin sono i produttori esecutivi. La sceneggiatura è di J.J. Abrams & Lawrence Kasdan e Michael Arndt sulla base della saga ideata George Lucas.

Star-Wars-Episodio-VII-Il-Risveglio-della-ForzaNon anticiperemo nulla della trama per non smorzare il pathos ai fan che attendono questo settimo capitolo da 10 anni, ma possiamo dire che la storia continua, dopo un salto temporale che ha permesso a Harrison Ford, Mark Hamill e Carrie Fisher di invecchiare, dove si era interrotta con ‘Il ritorno dello Jedi’ e, soprattutto, che la conclusione farà venire voglia di attendere il prossimo film, che sarà il secondo di una nuova trilogia. Per chi ha visto ‘Il Signore degli Anelli’ o i primi tre (nuovi) capitoli di Star Wars sarà facile comprendere che si dovrà avere molta pazienza per vedere l’epilogo.

Guerre Stellari VII, lo ribattezziamo così, è un come un diamante. Un oggetto prezioso che ha un valore incommensurabile, ma che allo stesso tempo per qualcuno può essere insignificante. A un fan di Guerre Stellari, ad esempio, farà battere le mani per tutte le apparizioni dei personaggi e le citazioni dei capitoli precedenti; a un nuovo spettatore, invece, probabilmente provocherà una reazione di stupore, ma che non ha nulla di nuovo rispetto a film come ‘I guardiani della Galassia’, la serie Marvel, o altri film di fantascienza action. Un diamante che, quindi, J.J. Abrams ha tagliato alla perfezione, ma che rimane solo una bella pietra inutile per chi non apprezza i gioielli.

Insomma, Star Wars VII e il Millennium Falcon (che farà la sua apparizione tra i rottami – si avete letto bene – di un pianeta ai margini della galassia e che, come nulla fosse, tornerà a funzionare come se fosse stato preparato dai meccanici della Ferrari) sono “per sempre”. Come un diamante.

star-wars-episode-7-millennium-falcon

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi