Addio al sassofonista Leonardo ‘Gato’ Barbieri.

Il sassofonista argentino Leonardo ‘Gato’ Barbieri è morto a New York all’età di 83 anni. La causa della morte è stata una polmonite.

gatoFiglio di un carpentiere con la passione per il violino, nel 1962 si era trasferito a Roma dove ha registrato per il giovane arrangiatore Ennio Morricone l’assolo in “Sapore di sale” di Gino Paoli e nel 1967 era a Milano, dopo una parentesi a New York con Don Cherry, dove ha partecipato alla registrazione dell’album Nuovi sentimenti di Giorgio Gaslini. Ha collaborato con il Maestro Piero Umiliani prendendo parte alla colonna sonora dei film Una bella grinta di Giuliano Montaldo (1964) e Svezia, inferno e paradiso di Luigi Scattini (1968).

Nel corso della lunga carriera Gato aveva registrato 35 album, più una quindicina collaborando con altri musicisti. La sua colonna sonora dell’Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci fu uno dei tratti caratteristici del noto film che fece scalpore nel 1972. E fu proprio il film interpretato da Marlon Brando e Maria Schneider a dargli fama mondiale oltre ad un premio Grammy.

La sua produzione musicale ha conosciuto anche incursioni nel pop, con collaborazioni con i più diversi artisti, fra cui Carlos Santana, Antonello Venditti, Pino Daniele. Dopo un lungo periodo di inattività, iniziato negli anni ottanta a seguito della morte di sua moglie Michelle, è tornato ad esibirsi dal vivo solo alla fine degli anni novanta.

Barbieri era nato a Rosario e venne chiamato ‘Gato’ negli anni ’50 nei locali di Buenos Aires dove suonava, per il modo in cui si spostava da un club notturno all’altro tra le diverse esibizioni.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi