L’autunno caldo delle serie-tv

In quest’autunno una grande novità è in arrivo per il piccolo schermo italico. Infatti ancora più che negli ultimi anni, anche l’Italia accorcerà le distanze con gli Stati Uniti e le partenze televisive dei palinsesti saranno quasi tutti in contemporanea con la loro messa in onda originale. westworld2Si partirà dall’attesissimo e discussissimo “Westworld”, in onda dal prossimo 3 ottobre su Sky Atlantic, un thiller-fantascientifico col redivivo Anthony Hopkins, serie tratta dall’omonimo film culto di Michael Crichton, fino all’attesissimo ritorno della mamma per amica con “A Year in Life” in onda dal 25 novembre su Netflix.

Assieme agli altri utenti stranieri di Netflix inoltre potremo vedere “Luke Cage” dal 30 settembre, la terza serie nata dalla collaborazione con la Marvel.

A novembre sarà la volta anche di Sarah Jessica Parker che torna in una commedia targata Hbo,”Divorce”, in cui i tempi di Sex and the city sembrano ben lontani, mentre i fan di John Turturro potranno appassionarsi alla miniserie “The Night Of, entrambe su Sky Atlantic. Su Premium Stories invece sarà la volta di “The Slap”, con Thandie Newton e Uma Thurman.

Grande attesa poi sopra ogni aspettativa per il connubio Woody Allen/Amazon di “Crisis in Six Scenes”, la sit-com creata dal mostro sacro del cinema e “The Young Pope” presentata in questi giorni al Festival del Cinema di Venezia, a ottobre su Sky Atlantic, debutto televisivo del regista premio Oscar Paolo Sorrentino, con Jude Law nei panni del primo Papa americano della storia.

Robert Downey jr invece ha deciso di resuscitare il personaggio di Perry Mason per una serie marchiata Hbo e diretta dal regista di “True Detective” Nic Pizzolato. Secondo Variety, con la collaborazione tra una grande star di Hollywood come Robert Downey jr., che nei panni di Iron Man ha infilato un successo al botteghino dopo l’altro e uno dei suoi autori più interessanti, la Hbo mira in assoluto al grande pubblico.

Quindi dopo la fine annunciata della mastodontica epopea del “Trono di spade” e dopo la cancellazione a malincuore della rockettara “Vinyl” forse non ci rimarrà altro che appassionarci a qualcuna di queste ultime.westworld

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi