Netflix scende con Herzog all’Inferno

Sbarca in questi giorni sul network Netflix “Into the Inferno”, il documentario sui vulcani e la potenza della natura del maestro tedesco Werner Herzog.

infernoIl progetto nasce in coppia con il vulcanologo e docente dell’Università di Cambridge, Clive Oppenheimer. Il film è stato da poco presentato alla Festa del Cinema di Roma, la seconda a firma di Antonio Monda come direttore artisico, incontrando un buon riscontro sia da parte del pubblico che della critica.

Il docufilm “Into the Inferno” racconta i segreti dei vulcani più leggendari del mondo, filmando colate di lava e potenti esplosioni in una specie di discesa agli inferi, come un contemporaneo Dante Alighieri. Una passione antica quella del regista per il mondo dei vulcani, non è la prima volta infatti che Herzog si trova a tu per tu con uno di loro. Quarant’anni fa infatti aveva girato vicino Guadalupe un documentario su una città quasi completamente evacuata per un’imminente pericolosossima eruzione.

Il regista nel film cerca di svelare gli antichi legami tra la natura, in questo caso rappresentato dai vulcani e il mondo della religione e della mitologia.

I vulcani in ogni cultura e in ogni parte del mondo sembra essere un’entita quasi divina. Dalle isole Vanatu, fino alla Corea o all’Islanda, passando per un piccolo villaggio nella Rift Valley in Etiopia.

Seppur il regista sia per tutto il racconto accompagnato dal vulcanologo Clive Oppenheimer, l’intento di “Into the inferno” non sembra essere didattico o esplicativo sulla fisica della vulcanologia, sembra piuttosto volersi avvicinare ad una natura dominata dal pensiero magico, a qualcosa che la ragione non può spiegare più di tanto.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi