Rampage, la furia senza mezze misure

rampage georgeAzione e avventura in “Rampage – Furia Animale”, diretto da Brad Peyton e basato sul videogioco omonimo: un disaster movie dove le misure contano. Un gorilla albino di nome George è il vero protagonista del film al fianco di Dwayne ‘The Rock’ Johnson, al cinema dal 12 aprile, distribuito da Warner Bros. Pictures.

rampage-bannerIl primatologo Davis Okoye condivide un legame indissolubile con George, un gorilla silverback straordinariamente intelligente di cui si occupa dalla nascita. Un esperimento genetico scorretto e dai risultati catastrofici trasforma la gentile scimmia in un’enorme creatura furiosa. A peggiorare le cose, ben presto si scopre che altri animali sono stati modificati accidentalmente nello stesso modo. Mentre questi nuovi predatori alfa devastano il Nord America, distruggendo ogni cosa che incontrano lungo il loro cammino, Okoye si allea con uno screditato ingegnere genetico per creare un antidoto, facendosi strada attraverso un campo di battaglia in continua evoluzione, non solo per impedire una catastrofe globale ma per salvare lo spaventoso primate che una volta era suo amico. Suo alleato anche il cowboy “salvatore” interpretato da Jeffrey Dean Morgan (noto per il suo ruolo di Negan nella serie TV “The Walking Dead”) che mantiene le caratteristiche del personaggio che lo hanno reso celebre.

Tra i protagonisti di “Rampage – Furia Animale” anche la candidata Oscar Naomie Harris (“Moonlight”), Malin Akerman (serie TV “Billions”), Jake Lacy (serie TV “Girls”), Joe Manganiello (serie TV “True Blood”) e P.J. Byrne (“The Wolf of Wall Street”), Marley Shelton (“Premonitions”), Breanne Hill (“San Andreas”), Jack Quaid (“Hunger Games: La ragazza di fuoco”) e Matt Gerald (serie TV “Daredevil”). Le creature di “Rampage – Furia Animale” sono rese vive dal conclamato capo coordinatore VFX Colin Strause (“San Andreas,” “X-Men: Apocalisse”) insieme alla società vincitrice di ben cinque premi Oscar, Weta Digital (la trilogia “Il signore degli anelli”, “Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie”).

Rampage neganDavis Okoye conosce bene i primati ed è riuscito persino a insegnare loro il linguaggio dei segni. Proprio grazie a questo George, che ha le movenze dell’attore Jason Liles, ha tratti umani che ci permettono di empatizzare con lui e tifare per lui durante tutto il film, anche nelle fasi più complicate e difficili della storia. Chi non è mai stato mandato a quel paese, con il dito medio, da un gorilla di 15 metri?

Nel film la trama non è irresistibile e i cattivi (umani) non sono dei fenomeni di intelligenza, eppure riusciamo a vedere alcune creature gigantesche distruggere Chicago solo a causa di un richiamo sonoro. Se funzionasse anche per gli spettatori del cinema sarebbe perfetto.

rpg_dom_trlr_1_rpg200_txtd_scp_bt1886_e38_cc05_11072017.0089013.tif

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi