Cocaine, la vera storia di WhiteBoyRick

A metà degli Anni Ottanta un quattordicenne diventa un informatore sotto copertura per la polizia locale e per i federali. In seguito soprannominato “White Boy Rick”, il ragazzo si affermò come spacciatore di alto rilievo. I federali posero fine alla sua doppia vita quando, qualche anno dopo, venne trovato con 8 kg di cocaina.

Cocaine – La vera storia di White Boy Rick, diretto da Yann Demange, al cinema dal 7 marzo distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Il film è la vera storia di Richard Wershe Jr., conosciuto come White Boy Rick e interpretato da Richie Merritt. A metà degli anni ottanta Rick, allora quattordicenne, diventa il più giovane informatore dell’FBI. Scaricato pochi anni più tardi dalla polizia federale, Rick si afferma come uno dei più importanti trafficanti di droga di Detroit prima di venire arrestato nel 1987. Nel ruolo del padre, Richard Wershe Sr., l’attore premio Oscar® Matthew McConaughey. Tra i protagonisti del film anche Bel Powley, Jennifer Jason Leigh e Bruce Dern. Cocaine – La vera storia di White Boy Rick è stato in anteprima mondiale al Festival di Telluride e ha partecipato a diversi festival internazionali tra cui il Festival internazionale del film di Toronto.

2295796 – White Boy Rick

“Ero alla ricerca di un nuovo progetto e mi sono imbattuto in questa storia. Ho pensato subito che si trattasse di qualcosa di vero, che parlasse di vita reale, delle vicende di un essere umano – racconta Matthew McConaughey, premio Oscar® nel 2014 per la sua interpretazione in Dallas Buyers Club. L’attore texano aggiunge – È una di quelle storie in cui la realtà supera la finzione, la vita reale diventa più entusiasmante, più spaventosa e a tratti più paradossale della finzione. Questa storia ha tutto”. “La cosa che più mi ha colpito inizialmente in questo progetto erano le scene tra padre e figlio – afferma Yann Demange, al suo secondo lungometraggio da regista dopo il film d’esordio ’71 – Ho visto questa storia come l’opportunità per raccontare e affrontare il tema della lotta per il sogno americano. Le vicende di una famiglia che cerca di restare unita contro ogni previsione. Questo è ciò che più mi ha colpito di questo progetto, anche più della storia dell’informatore dell’FBI”. Nel ruolo di Rick jr. il diciottenne di Baltimora Richie Merritt. Scelto attraverso un casting lanciato in tutta America dal regista Yann Demange, Merritt è alla sua prima esperienza cinematografica. “È stata un’esperienza completamente nuova per me. Onestamente, non credevo stesse accadendo davvero – racconta il protagonista, che aggiunge – In un batter d’occhio ero su un aereo e stavo per conoscere Matthew McConaughey. È successo tutto così in fretta. Quando mi sono finalmente ambientato ho dato un’occhiata in giro e ho pensato ‘ok, è tutto pazzesco!’”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi