Restiamo amici, ma attenti ai tradimenti


Al cinema dal 4 luglio il nuovo film di Antonello Grimaldi, regista del pluripremiato “Caos Calmo” che questa volta porta sul grande schermo un viaggio avventuroso in cui la vera scoperta è il valore dell’amicizia.

Tratto dal romanzo di Bruno Burbi, “Restiamo Amici” racconta la storia di Alessandro (Michele Riondino), pediatra di quarant’anni, che vive con il figlio adolescente Giacomo. Da quando ha perso la moglie conduce una vita monotona e ritirata. Un giorno riceve una telefonata dal Brasile: è Gigi, l’amico di sempre (Alessandro Roja) che gli chiede di raggiungerlo immediatamente. Alessandro parte subito, ma giunto a destinazione scopre che l’allarme lanciato è una menzogna e che in realtà Gigi ha architettato uno stratagemma per impossessarsi di 3 milioni di euro. Il padre gli ha appena lasciato una grossa eredità vincolata, destinata a un nipote. Luigi però non ha figli. Quale piano ha intenzione di escogitare?

Michele Riondino, Alessandro Roja, Violante Placido, Libero De Rienzo e Sveva Alviti, con la partecipazione di Lidia Vitale e Ivano Marescotti e con Desirée Popper, sono i protagonisti di questa avventura ricca di colpi di scena che cambierà per sempre le loro vite.

Prodotto da Minerva Pictures Group con Rai Cinema in collaborazione con Trentino Film Commission. Il film sostiene il progetto “Moviement – Al cinema. Tutto l’anno”.

restiamo amici

Pivio & Aldo de Scalzi firmano la colonna sonora di Restiamo amici. Doppia la chiave scelta da duo in questa occasione: “Abbiamo suggerito al regista un approccio pop con molte sfumature blues e rhythm & blue, per evidenziare i toni di commedia dell’intreccio, mantenendo invece un suono più classico, basato su orchestra d’archi e chitarra acustica, per le parti più sentimentali della storia”. Nella soundtrack sono inserite anche un paio di canzoni originali, in particolare la Restiamo amici dei titoli di coda, interpretata da Samuele Cavallo. La musica è editata da Flipper, Stag e Creuza.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi