‘Apes Revolution’.

Pochi giorni fa, la 20th Century Fox ci ha invitati ad assistere in anteprima a un footage di 20 minuti dell’atteso Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes), il sequel di L’alba del pianeta delle scimmie, che uscirà nei cinema il 30 luglio.dawn of the planet of the apes_posterAccolti nella sala più grande della Casa del Cinema di Roma, abbiamo potuto vedere un mix di scene tratte dal film diretto da Matt Reeves, alcune delle quali ancora da sottoporre ad ulteriori fasi postproduttive, quindi prive degli effetti visivi finali.

Ad introdurre il footage c’è un messaggio preregistrato di Andy Serkis, l’attore che dà le movenze e la voce (qui come nel prequel) a Cesare, la scimmia leader della nuova razza di primati. L’attore spiega a grandi linee la trama del film, ci tiene a sottolineare che il montaggio di scene che avremmo visto non è ancora stato sottoposto a tutti i passaggi postproduttivi, che vedremo delle scene in 2D ma il film è in un sorprendente 3D nativo e che, rispetto al capitolo precedente, qui si è deciso di girare soprattutto in esterni e in location naturali, per dare al film un ampio respiro apocalittico e rendere per il meglio l’aspetto “selvaggio” della vicenda. Prima di congedarsi, Serkis mostra delle immagini con esempi di performance capture a cui lui e altri attori si sono sottoposti per dare le movenze alle scimmie, confermando che il lavoro fatto su Apes Revolution è praticamente senza precedenti, per quanto riguarda questa tecnologia.

dawn of planet of the apes_027La prima clip ci mostra due scimmie che, passeggiando per la foresta, si imbattono in due uomini. Uno, particolarmente spaventato, estrae una pistola comincia ad agitarla minacciando le scimmie di non avvicinarsi. Parte un colpo e uno dei due animali rimane ferito a una spalla. Arriva Cesare, il leader delle scimmie, accompagnato da una moltitudine di suoi simili, e allo stesso tempo accorrono altri umani, tra cui Malcom (Jason Clark), Ellie (Keri Russell) e loro figlio (Kodi Smit-McPhee). Le scimmie, utilizzando il linguaggio dei gesti, si lamentano dell’accaduto e allo stesso tempo gli umani puntano le armi contro gli animali in vistosa agitazione. Interviene Malcom chiarendo che non vogliono far loro del male, a quel punto Cesare chiede agli umani di abbassare le armi e poi intima loro a parole di andare via. Tutte le scimmie fanno la stessa cosa, producendo un gran baccano. Gli umani, a questo punto, fuggono e il bambino interpretato da Smit-McPhee lascia cadere il suo zaino, che viene raccolto da una scimmia.

Clip 2. Questa scena dovrebbe seguire di poco la precedente. Le scimmie, riunite in assemblea, si confrontano sull’incontro appena avvenuto con gli umani. L’Orango sfoglia un album contenuto nello zainetto del bambino, gran parte delle scimmie insorgono reclamando vendetta e proponendo di attaccare gli umani, ma Cesare non è del tutto d’accordo, dicendo che così facendo avrebbero perso tutto quello che hanno guadagnato in quegli anni: casa, famiglia, futuro. Dopo di che, il leader si congeda promettendo un’imminente decisione sul da farsi.

A questa segue immediatamente una scena ad essa collegata in cui una scimmia si confronta con Cesare dopo l’assemblea, mostrandogli completa solidarietà, qualunque scelta avrebbe preso.

dawn of the planet of the apes_029Clip 3. Gli esseri umani sono asserragliati in un piccolo centro urbano, tra di loro si nota il Dr. Dreyfuss (Gary Oldman), visibilmente preoccupato. Giunge un esercito di scimmie, molte delle quali a cavallo, capitanate da Cesare. Il leader pone un ultimatum agli umani, facendo capire loro che finché nessuna delle due razze si spingerà nel territorio dell’altra, possono anche vivere in pace. Dopo di che una scimmia riconsegna lo zainetto che il bambino aveva perso nella prima clip vista e se ne vanno.

Clip 4. Mentre Malcom ringrazia Cesare di averli salvati da qualche cosa, Ellie e suo figlio giocano con un cucciolo di scimmia.

C’è poi una scena che segue di pochissimo la precedente in cui il bambino sta leggendo un libro all’Orango e cerca di spiegare il concetto di “divertimento” alla scimmia. I genitori osservano il bambino con simpatia ed affetto.

dawn of the planet of the apes imageL’ultima scena del footage è l’unica che appare decontestualizzata da una sorta di arco narrativo progressivo. Vediamo due uomini armati, delle sentinelle, che stanno bevendo e scherzando seduti su dei sacchi. In lontananza arriva una scimmia e i due si allarmano, ma il primate sembra avere buone intenzioni e si comporta in modo buffo, facendo capriole e tentando di fraternizzare con gli umani. Si avvicina, si siede vicino alle due guardie ancora diffidenti e fa capire loro di voler bere dell’alcool. I due entrano nel mood goliardico, danno la bottiglia di whisky alla scimmia e ridono di lei quando sputa il liquido appena trangugiato. Ma è una trappola! La scimmia sfila il mitra alla guardia vicino a lui, spara all’altra armata e poi elimina quella disamata dopo che quest’ultima l’ha implorata di non fargli del male!

Dopo queste suggestive scene, viene proiettato il trailer in lingua originale del film e un trailer in lingua italiana realizzato appositamente per il nostro mercato.

In uscita nei cinema statunitensi l’11 luglio, noi potremmo vedere Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie a partire dal 30 luglio, distribuito da 20th Century Fox.

Roberto Giacomelli

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi