Roma prepara il red carpet per Tomas Milian.

mullerAnche in questo autunno si rinnova l’appuntamento con il Festival Internazionale del Film di Roma, giunto alla IX edizione.

Roma filmLa manifestazione, prodotta da Fondazione Cinema per Roma sotto la direzione di Marco Müller, è stata presentata oggi alla stampa all’auditorium Parco della Musica di Roma. Grandi attese per alcuni nomi hollywodiani come Richard Gere, Clive Owen, Rooney Mara, Kevin Costner e una sopresa: un premio all’attore Tomas Milian (Marc’Aurelio acting award), attore di origine cubana, interprete per registi che hanno fatto la storia del cinema italiano, come Luchino Visconti e Pierpaolo Pasolini, e per cineasti hollywoodiani come Steven Spielberg, Oliver Stone e Steven Soderbergh, straordinario protagonista della stagione dello spaghetti western e del poliziesco all’italiana.

milian“Anche nel 2014 – ha affermato il presidente della Fondazione Cinema per Roma, Paolo Ferrari – Roma sarà “capitale del cinema”, rafforzando il binomio tra la settima arte e la città, rappresentato dai set che la vedono protagonista (pensiamo a La Grande Bellezza, a cui sarà dedicata una mostra ospitata dal Festival), dagli autori che a lei si ispirano, dall’industria che qui è concentrata. Il nostro compito e il nostro impegno consistono nel garantire la realizzazione di una manifestazione all’altezza della nostra capitale, del suo prestigio internazionale e della sua dimensione metropolitana: come è stato ribadito dai nostri soci fondatori, un Festival di qualità artistica e prestigio mondiale che sia anche Festa popolare, aperta alla città e legata al territorio”.

Per questo l’edizione 2014 si caratterizza, ancora più che in passato, per l’attenzione rivolta al pubblico – grande protagonista dei 10 giorni di kermesse – attraverso la proposta di selezione di film, al tempo stesso popolari e originali, e per il ruolo di primo piano degli spettatori, che con il loro voto all’uscita della sala determineranno i principali premi
assegnati dal Festival.

Confermata la collaborazione con il MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo), che ospiterà una parte significativa delle attività. Accanto al Festival, come ogni anno si svolgerà il Mercato Internazionale del Film di Roma – articolato
in The Business Street e New Cinema Network – giunto anche esso alla IX edizione, che si conferma piattaforma ideale per distributori e produttori, sia a li vello nazionale che internazionale, all’interno del circuito europeo dedicato alla circolazione e alla compravendita di prodotti audiovisivi.

“Collocarsi in un momento dell’anno che risultava equidistante tanto dalla fine della Mostra di Venezia che dall’inizio del Festival di Torino – ha sostenuto Marco Muller – voleva dire anche la possibilità di sperimentare (per davvero) uno specifico diverso per Roma, contribuendo al consolidamento di un solido e differenziato sistema dei tre festival italiani di fine estate-autunno: “Mostra d’Arte Cinematografica” a Venezia, con selezioni competitive di cinema d’autore; priorità ai giovani cineasti a Torino, ma anche rafforzamento delle tre linee di concorso; a Roma, invece, spazio ancora una volta ai grandi film “popolari ma singolari” e centralità del pubblico, che diviene protagonista assoluto nel valutare i film, i contenuti del programma”.

La presentazione del programma da parte del direttore artistico Marco Muller è stata preceduta dalla protesta dei fan di Franco Califano, che hanno contestato l’esclusione del film “Non escludo il ritorno” a lui dedicato, intonando una canzone del “Califfo”.

foto di Fabrizio Di GiulioNella sezione “Cinema d’oggi” ci saranno tre film italiani, “Biagio” di Pasquale Scimeca, “La foresta di ghiaccio” di Claudio Noce con Emir Kusturica, “I milionari” di Alessandro Piva, ma anche “Time out of mind”, film con Richard Gere che l’attore presenterà a Roma. Nella sezione “Gala” gli italiani sono cinque: oltre a quelli di apertura e chiusura ci sono i film “Buoni a nulla” di Gianni Di Gregorio, “Giulio Cesare, compagni di scuola” di Antonello Sarno, “Tre tocchi” di Marco Risi, ma molta attesa c’è anche per “Escobar” di Andrea Di Stefano con Benicio Del Toro, “Black and white” con Kevin Costner, “Gone girl” di David Fincher, “The knick”, la serie di Soderbergh con Clive Owen, che sarà a Roma, “Trash” di Stephen Daldry con Rooney Mara e Martin Sheen, “Still Alice” di Richard Glatzer con Julianne Moore.

Leggi anche: Tutti i film del festival

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi