Ritratti d’artista al 32TFF.

Il 32esimo Torino Film Fest entra nel vivo della manifestazione, dopo i primi due giorni di fuochi d’artificio. Da domenica 23 novembre sei artisti (un regista teatrale, due musicisti, un attore, un filmmaker, uno scrittore), fissati nel loro lavoro e nelle loro passioni, nel loro entusiasmo e nelle loro contraddizioni, nella loro vitalità e nella loro disillusione, da alcuni cineasti che li amano e che hanno condiviso con loro pezzi di lavoro e di vita, verranno mostrati al pubblico all’ombra della Mole Antonelliana.

tffIl primo appuntamento della sezione Ritratti d’Arstista è con “Walking with Red Rhino” di Marilena Moretti, omaggio ad Alberto Signetto, filmmaker torinese scomparso a gennaio, fautore di un cinema duro e puro, lontano dai condizionamenti di un mondo produttivo che lo ha sempre ignorato.

Domenica 23 novembre alle 19.30, il film verrà presentato al Cinema Reposi 2 dalla regista in compagnia del produttore Davide Ferrario, Alessandro Signetto e dal presidente della Film Commission Torino Piemonte Paolo Damilano).

Nei prossimi giorni sarà possibile vedere gli altri film della sezione:

tff1“Nick Cave. 20,000 days on Earth”, di Ian Forsyth e Jane Pollard è la messa in scena di una giornata immaginaria di Nick Cave durante l’ideazione del suo disco “Push the Sky Away”.

“Nessuno siamo perfetti”, di Giancarlo Soldi, rappresenta un’occasione rarissima di conoscere un personaggio schivo e sfuggente: il leggendario sceneggiatore di fumetti Tiziano Sclavi, creatore di Dylan Dog.

“La scuola d’estate”, di Jacopo Quadri, è ambientato all’interno del Centro Teatrale Santacristina, fondato da Luca Ronconi in un casale immerso nel verde e lontano da ogni distrazione.

tff2In “Senza Lucio”, di Mario Sesti, Marco Alemanno ripercorre gli ultimi anni di vita di Lucio Dalla a due anni dalla scomparsa del grande cantautore bolognese.

Daniele Segre, con “Il viaggio di Carlo”, offre un ritratto intenso e spassionato di Carlo Colnaghi, enfant prodige del teatro underground degli anni ‘60, caduto in depressione e tornato a recitare all’inizio degli anni ‘90.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi