La trattiva continua.

Giunge al Nuovo Cinema Aquila l’ultima pellicola firmata dalla regista di ‘Viva Zapatero!’ e ‘L’Aquila’, Sabina Guzzanti, dedicata alla vicenda nota come trattativa stato-mafia. L’autrice del film, assai applaudito e discusso all’ultimissima Mostra di Venezia, risponderà alle domande del pubblico al termine della proiezione.

sabina guzzantiIl film ‘LaTrattativa’ è un argomento tabù: l’ipotesi molto fondata che la seconda repubblica sia nata grazie a un nuovo accordo con le forze criminali ed eversive del paese. Ipotesi purtroppo confermata ogni giorno da notizie che ci raccontano di una classe dirigente ormai parte integrante della criminalità organizzata.

Quando il film è uscito nelle sale, il tema era di massima attualità per la testimonianza di Napolitano nel processo. Il film avrebbe dovuto essere al centro del dibattito, invece proprio perché era così attuale, è stato completamente oscurato da stampa e tv.

La scarsa affluenza nei primi giorni di uscita ha fatto molto frettolosamente concludere che l’argomento non interessasse e nel giro di 10 giorni è praticamente sparito dalle sale. La scomparsa del film, anche grazie a una proiezione in parlamento che ha suscitato emozioni molto forti, ha provocato una reazione che dimostra al contrario grande interesse per l’argomento.

trattativaGrazie ai social network, i cittadini si sono organizzati e hanno dimostrato di essere disposti non solo ad andare al cinema, ma anche ad affittare una sala, organizzare le proiezioni, i dibattiti e ogni sorta di iniziativa pur di discutere questo tema. In questi giorni quindi si sta verificando un fatto mai accaduto: un film che esce dalle sale e ci rientra a distribuito direttamente dai cittadini.

Una curiosità: il titolo del film non è quello che ha scelto l’autrice che avrebbe preferito chiamarlo LoStatoMafia. Sarà per questo che il film si è voluto ribattezzare da solo con un titolo con cui si sente più a suo agio: #LaTrattativaContinua

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi