E’ di Boosta la musica del ‘1992’.

La colonna sonora di ‘1992 la serie’ è di Boosta dei Subsonica.

boosta“Il 1992 – afferma Davide DiLeo in arte Boosta – è una porta aperta sul tempo. Per una parte di noi uno schiaffo alla coscienza collettiva, per altri un periodo irripetibile di eccitazione e conquista. Una colonna sonora è come un vestito: lo scegliamo con cura per presentarci agli altri e prima ancora per stare bene con noi stessi; deve essere giusto, misurato, a tratti speciale o convenzionale, a seconda dell’uso “sociale” e partendo da quale idea vogliamo lasciare di noi. Questo è il senso della musica di 1992. Ci sono gli elementi classici, i temi “nobili” che profumano del legno di archi e pianoforti, quelli che sottolineano le emozioni ed i momenti in modo chiaro. E ci sono le sporcature, le parti di elettronica, quelle a volte piene di energia, a volte disturbanti, a volte cariche di aggressività e di edonismo. boosta1Ci sono le canzoni dell’epoca e giochi di stile risuonati con gli stessi strumenti che si usavano in quegli anni per comporre musica: tecnologie ormai abbandonate da chi crea il suono esattamente come i telefoni cellulari dell’epoca, ma gli anni 90 sono stati un periodo florido per le canzoni e per tutto il comparto “musica”; forse uno degli ultimi decenni in cui si è percepito nell’ambiente artistico una rivoluzione profonda e necessaria, prima della stasi degli anni 2000, quasi come la storia del nostro Paese. Questi sono i piani su cui si gioca la parte musicale della serie: le suggestioni classiche del film d’autore e la diaspora di una elettronica che lascia i propri territori per mescolarsi al linguaggio nobile. Sono due binari diversi, che non sempre corrono nella stessa direzione ma che alla fine, miracolosamente, portano alla stessa destinazione: vestire una delle serie più moderne di tutto il panorama europeo”.

Leggi anche: rock&roll, questa è TangentopoliI personaggi di 1992Gli autori di 1992

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi