Fast and Furious 7, dinamico, adrenalinico, esplosivo.

fastDinamico, Adrenalinico, Esplosivo! Sono questi gli aggettivi che voglio usare per descrivere il settimo capitolo del franchise Fast and Furious, che ho avuto il piacere di poter vedere in anteprima alla première italiana tenutasi lo scorso 27 marzo.

FF7 è senza dubbio la miglior pellicola della saga, come ricorderete Paul Walker ad ogni anteprima diceva sempre a Vin Diesel che il migliore doveva ancora venire… ed aveva ragione, perché questo settimo capitolo è sensazionale.

Ma andiamo per ordine, era il lontano 2001, quando il regista Rob Cohen portò sul grande schermo “Fast and Furious”, il budget a disposizione era irrisorio, ma il film conquistò fin da subito il pubblico e così vennero realizzati ben altri due sequel. Con il terzo capitolo intitolato “Fast and Furious-Tokyo Drift”, del 2006, di Justin Lee, si pensava che la saga fosse giunta al termine e diciamolo, anche con un po’ di amarezza, considerato che dei sette è sicuramente il meno riuscito.

Ciò nonostante, ci sbagliavamo tre anni dopo infatti, ecco che approda al cinema “Fast and Furious-solo parti originali”, la pellicola fa letteralmente faville al botteghino e così la Universal punta ad allungare il franchise e vengono realizzati “Fast Five” del 2011 e “Fast and Furious 6” del 2013.

2431_TPI_00030RIl successo della saga è oramai affermato e si attende con ansia FF7, la pellicola in questione sarebbe dovuta arrivare sul grande schermo nel luglio 2014, ciò non fu possibile perché il co-protagonista Paul Walker morì tragicamente il 30 Novembre 2013, a causa di un tragico incidente stradale, a riprese appena iniziate. James Wan, regista del film, ha così dovuto rielaborare l’intera sceneggiatura ed ingaggiare i fratelli di Paul, Cody e Caleb Walker come controfigure e affidarsi ai geni del CGI, per rendere il personaggio di Brian O’Conner reale per l’intera durata della pellicola.

Sicuramente non è stata una scelta semplice quella portata avanti da Wan e dalla Universal, un coraggio produttivo e di regia meritevole, non si è voluto prendere la strada più ovvia e più semplice, ossia la morte cinematografica dell’attore, sarebbe stata scontata e irrispettosa e Paul non meritava questo.

2431_D047_00469FF7 è ambientato un anno dopo i fatti di Londra, Dom e Brian sono tornati a casa a Los Angeles, il primo cerca di far tornare la memoria alla sua amata Letty (Michelle Rodriguez) e il secondo tenta invece di adattarsi alla vita di famiglia con Mia e suo figlio. Ma la vendetta colpisce in casa e c’è un nuovo spietato killer che da la caccia ai Toretto, il suo nome è Deckard Shaw (Jason Statham), fratello di Owen Shaw (Luke Evans), che non è morto come tante recensioni erroneamente riportano, ma si trova in ospedale, in coma. Ed è proprio li che Shaw senior lo va a trovare (potete immaginarvi la sequenza), e giura di vendicarsi. Il terrore viene seminato da Deckard a Tokyo con il brutale assassinio di Han (Sung Kang) e il tentato omicidio di Hobbs (Dwayne Johnson) a Los Angeles, che vola letteralmente fuori da una finestra.

Il regolamento di conti ha così inizio e quando Shaw fa esplodere la casa di Dom, simbolo dell’unione della famiglia, Toretto si infuria e come un cacciatore dà la caccia alla sua preda, qui i cacciatori sono due e si danno la caccia a vicenda.

In Fast and Furious 7 accade praticamente di tutto, macchine che si lanciano da un aereo in volo, droni spara missili da seminare, sequenze di lotta da cardiopalma, automobili che volano da un grattacelo all’altro, autobus che cadono in un dirupo e la corsa contro il tempo per non finire nella scarpata insieme al veicolo, auto da corsa super rinforzate che si gettano in un burrone trasformandolo in una via di fuga, frontali automobilistici eccitanti.
Fast 7 è un mix di scene d’azione colossali e memorabili, combattimenti corpo a corpo adrenalinici e dinamici, effetti speciali maestosi, risultato di una padronanza registica superba ed eccezionale.

Se mi dovessero chiedere quale sia il miglior film visto fino ad oggi del 2015, non avrei dubbi, Fast and Furious 7 è in cima alla lista.

Paul-WalkerToccante e commovente anche il saluto che il team di FF7 ha voluto dare a Paul, ripercorrendo tutto il suo percorso iniziato nel 2001 nei panni dell’agente di polizia Brian O’Conner. E’ evidente in questa sequenza il tocco di Diesel e le parole che pronuncia: Paul era un fratello per lui, non solo nel set, ma nella vita.

Non sono mancati applausi spontanei per l’intera durata della pellicola, per i momenti action e soprattutto per le scene finali.

Nel cast troviamo oltre a Vin Diesel, Michelle Rodriguez, Paul Walker, Cody e Caleb Walker, Jason Statham e Dwayne Johnson: Tyrese Gibson, Jordana Brewster, Elsa Pataky, Ludacris , Kurt Russell,Djimon Hounsou, Tony Jaa, Lucas Black e Ronda Rousey. Alla regia James Wan, alla sceneggiatura Chris Morgan e al montaggio Leigh Folsom Boyd, Dylan Highsmith,Kirk M. Morri e Christian Wagner. Il film è prodotto e distribuito dalla Universal Pictures.

For Paul!
Camilla Lombardozzi

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi