Fast&Furious7, la vendetta colpisce in casa.


“Io non ho amici. Ho una famiglia”. Queste sette parole esemplificano chiaramente l’anima di Fast & Furious, sia per la fedeltà della squadra dei personaggi sullo schermo che della banda di attori, registi e del team che sono cresciuti fianco a fianco quasi come una linea di sangue, nel corso dei sette film realizzati fino a oggi.

Fast & Furious 7 è stato realizzato dal regista James Wan ed è basato sui personaggi creati da Gary Scott Thompson. La sceneggiatura è di Chris Morgan e il film arriverà al cinema il 2 aprile, distribuito da Universal Pictures.

Al suo esordio, 15 anni fa, nessuno avrebbe potuto prevedere che il destino di questa storia, che vede protagonista una squadra di piloti di strada di East Los Angeles, si sarebbe trasformato in uno dei più popolari e duraturi serial cinematografici di tutti i tempi.

Nel 2000, un film dal budget modesto in cui recitava un cast di attori giovani ed emergenti, ha iniziato la produzione. Ispirato in parte da un articolo della rivista Vibe sui club delle corse di strada, l’action-thriller raccontava le gesta di una squadra dedita alle corse clandestine a East Los Angeles, che si dilettava in rapine di basso livello per finanziare gli ingenti costi delle elaborazioni per i loro bolidi da corsa. Le audaci avventure di questi giovani talenti che vivono e guidano seguendo un proprio codice fuorilegge, hanno dato vita a Fast and Furious (The Fast and the Furious), l’inaspettato successo dell’estate del 2001 che ha incassato 207 milioni di dollari ai botteghini di tutto il mondo.

Nel corso di sei film, che hanno continuativamente appassionato il pubblico ed i fan più accaniti, i profitti hanno raggiunto la cifra sorprendente di 2,4 miliardi di dollari, battendo ogni record d’incassi di una saga per la Universal Pictures. Il seguito di fan sui social media per i film quanto per il cast che ne è scaturito, è impressionante, ed è considerato il più numeroso di qualsiasi altro franchise attivo.

Ponendo la famiglia saldamente radicata al suo centro, la serie Fast & Furious è diventata un riferimento per gli spettatori che seguono questi personaggi avvincenti, le cui avventure continuano a suscitare una sorprendente profondità emotiva. Tutto ciò si è concretizzato in un fenomeno che ha ispirato realmente delle corse clandestine con sfide quasi impossibili, che si svolgono in località remote del Giappone, del Messico della Repubblica Dominicana, del Brasile, delle Isole Canarie e della Gran Bretagna.

In Fast & Furious 7, la squadra attraversa tutto il mondo per un’ultima corsa, dando vita all’avventura più emozionante e che sfida ogni legge di gravità, in un modo sconosciuto fino ad oggi. Vin Diesel, Paul Walker, Dwayne Johnson, Michelle Rodriguez, Tyrese Gibson, Chris “LUDACRIS” Bridges e Jordana Brewster tornano a rivestire i ruoli dei sette membri ‘furiosi’ della famiglia unita in proposito, affiancati dai membri ‘veloci’, tanto amati dai fan, Elsa Pataky e Lucas Black, e dai nuovi elementi del cast, tra cui Jason Statham, Kurt Russel, Nathalie Emmanuel, Djimon Hounsou, Ronda Rousey e Tony Jaa.

fef7 homeFast & Furious 7 riprende la storia della squadra di Dom (Diesel) e Brian (Walker) a distanza di un anno dal loro ritorno negli Stati Uniti con tanto di scuse. Nel frattempo sono passati ad una vita ligia alle regole, e la casa ha assunto un tono surreale. Dom cerca disperatamente di riavvicinarsi a Letty (Rodriguez), mentre Brian lotta per ambientarsi alla vita di periferia con Mia (Brewster) e il loro figlio, mentre Tej (Bridges) e Roman (Gibson) celebrano la loro libertà inseguendo il loro sogno di playboy.

All’insaputa di tutti però il pericolo è alle porte, sotto forma di un sanguinario killer delle forze speciali inglesi, che rivendica un conto in sospeso. Ad innescare il terrore con il brutale assassinio di Han (Sung Kang) a Tokyo, ed il tentato assassinio di Hobbs (Johnson) a Los Angeles, è Deckard Shaw (Statham) che sta dando loro la caccia, per vendicarsi della morte di suo fratello minore Owen (Luke Evans) avvenuta durante la loro ultima missione.

ff7Quando Shaw fa saltare in aria la casa di Toretto, simbolo della famiglia e della riconquistata libertà, Dom è costretto a rivolgersi ad un agente governativo di alto livello (Russell) per avere assistenza. L’unica speranza per i nostri eroi è quella di mettersi nuovamente al volante, ed assicurarsi un dispositivo di tracciamento ingegnoso per conto del governo statunitense. In cambio, lo useranno per localizzare il fantasma di Shaw prima che torni ad uccidere di nuovo. In Fast & Furious 7 la banda più unita che mai, formata da Dom, Brian, Hobbs, Letty, Roman, Tej e Mia, dovrà affrontare la minaccia più pericolosa ed in paesi tanto lontani come Abu Dhabi e l’Azerbaigian … ma familiari quanto le strade di quella che considerano casa.

Ora, Fast & Furious 7 arriva a coronamento della saga con il migliore, il più grande ed appagante film dell’intero mondo di Fast & Furious. Per ogni membro della famiglia di Fast & Furious – sia che appaia sullo schermo, o che lavori dietro la macchina da presa o che faccia parte della vasta scia di fan internazionali – questo film è speciale. Infatti, mentre era in corso la produzione di Fast & Furious 7, nel novembre 2013, è avvenuta una tragedia: la morte di uno dei protagonisti, Paul Walker.

Il produttore Moritz che, insieme a Diesel, la Brewster e la Rodriguez, ha seguito Walker fin dagli esordi della sua carriera, ci racconta quei momenti: “Dopo la tragica morte del nostro caro amico e collega Paul, tra noi aleggiava l’idea di fermarsi e non portare a termine questo film. Dopo un po’ di tempo, abbiamo pensato che Paul avrebbe voluto che lo finissimo. Vin ed io ne abbiamo parlato, e abbiamo convenuto che avremmo dovuto fare il possibile per terminare il film, proprio per lui. Dovevamo continuare non a dispetto di quello che è successo, ma in nome di quell’evento. Nutriamo un profondo rispetto nei confronti di Paul come uomo, come padre e come amico, e non avevamo intenzione di mostrare sullo schermo cose che andassero a comprometterlo”.

“Poi ci siamo posti il problema di come fattivamente potessimo completare Fast & Furious 7”, continua il produttore. “Avevamo girato gran parte del film insieme a Paul, ma ci chiedevamo come in realtà potevamo proseguire il lavoro. Devo dire, che ci stava proprio assistendo dall’alto. Grazie all’utilizzo di alcuni filmati inutilizzati girati per i film precedenti, e l’impiego delle nuove tecnologie, siamo stati in grado di completare il film ispirato dallo spirito di Paul, e dare un appropriato addio cinematografico a lui ed al suo personaggio. Questo film è una testimonianza della sua eredità”.

FF7_Italy_Tsr_Online_1shtsPer Vin Diesel Fast & Furious 7 doveva essere la celebrazione finale della vita di Walker: “Paul era un fratello per me. I rapporti tra i membri della famiglia di Fast sono profondi ed importanti, ed i nostri personaggi avrebbero fatto qualsiasi cosa per l’altro. Il sostegno e questo forte senso della famiglia insito nel film, per noi esula dallo schermo. Con questo film, il mondo intero si sentirà parte della nostra famiglia”.

Con la gentile assistenza dei fratelli di Paul Walker, Caleb Walker e Cody Walker, che si sono offerti come controfigure, la sua ultima apparizione sullo schermo è diventata realtà. Jordana Brewster, che ha interpretato la prode Mia Toretto al fianco di Walker negli ultimi 14 anni, ha riabbracciato con affetto i suoi amici di lunga data sul set, e condivide le ragioni per cui rappresentano una vera famiglia: “E’ stato davvero speciale … e per certi versi surreale. C’è stato un momento in cui mentre guidavo con mio figlio una macchina da golf, mi sono ricordata che anni fa, durante il primo film, Paul si è presentato sul set con la figlia sulle spalle. E’ stato un po’ come tornare ad un punto di partenza, in quel modo. Noi tutti abbiamo un legame molto speciale”.

Chris Morgan, che ha collaborato come architetto narrativo della serie fin da Tokyo Drift, riassume l’orgoglio della squadra di Fast & Furious 7e l’intento di dare ai fan una maniera soddisfacente per ricordare e celebrare Walker: “Perdere un membro della nostra famiglia nel bel mezzo della produzione è stato assolutamente devastante. Ma esser stati in grado di stringerci l’un l’altro e lavorare tutti insieme per portare a termine questo film in modo soddisfacente, è qualcosa che ci rende orgogliosi. So che Paul lo apprezzerebbe molto”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi