I 7 nani, la fiaba delle fiabe.


Una sexy Biancaneve che ricorda una rockstar, la Bella addormentata che legge i tarocchi, un Cappuccetto rosso telecronista, una strega cattiva che sembra Nina Hagen, un drago ballerino di tip tap e, soprattutto, sette piccoli eroi coraggiosi e divertentissimi. Sono i protagonisti del cartone animato ‘I 7 NANI’ che arriverà nelle sale cinematografiche dal 30 aprile. Un’esclusiva per l’Italia di Italian International Film, distribuita da Microcinema che potrebbe fare concorrenza a ‘Into the wood’ ma, a differenza del film Disney, è realizzato tutto in CGI.

7 nani loca

Un esilarante mix delle fiabe più famose e una serie infinita di gag sono i punti di forza di questo cartone animato tra i maggiori successi europei degli ultimi anni, in grado di conquistare più di 3 milioni di dollari di incassi in Germania.

La favola de ‘I 7 Nani’ è ambientata in un mondo fiabesco e con l’obiettivo, come ha detto uno dei creatori, “di prendere questi personaggi conosciuti e raccontare una fiaba completamente diversa”. Al posto di Dotto, Mammolo, Pisolo ecc., qui troviamo Bobo, il goloso Cremolo, il pessimista Nuvolo, il solare Splendolo, Rambolo nano d’azione, Sveltolo sempre razionale e il forzuto Muscolo. In questa nuova versione dei Sette Nani, gli animatori hanno utilizzato come modelli persone reali in sintonia con i personaggi: così, ad esempio, si è pensato a Kevin James per Cremolo, a Buster Keaton per Nuvolo, a Groucho Marx per Rambolo e a Stan Laurel per Sveltolo, mentre nei movimenti di tip tap di Barny, uno dei riferimenti principali è stato Fred Astaire.

Bobo, il più giovane dei sette nani, per sbaglio punge la principessa Rose (anche conosciuta come “La bella addormentata”) e con lei fa piombare nel sonno di ghiccio il regno di Fantabulosa.BARNY Il maleficio della strega Perfidia, da cui Rose si era sempre dovuta difendere sin dall’infanzia, è ora divenuto realtà! Come dice la stessa strega “la vendetta è un piatto che va servito freddo. Molto freddo”, al punto di congelare l’intero castello.

Insieme agli altri sei compagni Bobo dovrà viaggiare in luoghi magici, alla ricerca di un modo per risvegliare Rose. Sarà l’occasione per vivere avventure fantastiche e conoscere incredibili personaggi. Su tutti, Barny, il drago buono e… ballerino di tip tap.

L’idea di una pellicola di animazione è venuta al produttore Douglas Welbat mentre lavorava a un precedente progetto in live action con dei nani, che, come ricorda con orgoglio il produttore, è stato acclamato dalla rivista americana Variety come “il ritorno dei Monty Python!”. “Era difficile far meglio!” afferma Welbat, “tuttavia, noi volevamo continuare a lavorare con i nani. È così che abbiamo ideato un piano per realizzare una nuova avventura che risultasse affascinante per il pubblico di tutto il mondo”.

Per dar vita a questo cartone animato spettacolare, che ha già suscitato paragoni con Shrek, è stato fondamentale l’apporto del regista Harald Siepermann, che in precedenza aveva collaborato alla realizzazione di cartoni animati come ‘Mulan’, ‘Tarzan’, ‘I vestiti nuovi dell’imperatore’ e ‘Gnomeo e Giulietta’.

Siepermann non ha potuto però vedere il film finito: è morto infatti a soli 50 anni nel 2013 a causa di un tumore. Il gruppo di lavoro, composto da animatori di cinque studi tedeschi insieme a Boris Aljinovic è potuto andare avanti grazie alle indicazioni che ha lasciato per lo sviluppo finale della sceneggiatura.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi