Venezia 72, Kinéo: Diamanti al cinema.

NastassjaKinskiIn un parterre di artisti che si preannuncia straordinario, si celebrerà domenica 6 settembre alle ore 20.00, alla Tenda Biennale Beach sulla spiaggia dell’Hotel Excelsior, la cerimonia di premiazione della 13. edizione del Premio Kinéo “Diamanti al Cinema” .

Tra gli ospiti attesi di questa edizione dal respiro internazionale, Nastassja Kinski, icona del cinema degli anni Ottanta e Novanta, che ha ispirato il manifesto della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e l’attore britannico Rupert Everett, everettal quale Kinéo conferirà il massimo riconoscimento, il Premio Kinéo International Movie Award, alla sua grande carriera di artista. Di origini scozzesi, si trasferisce a Londra giovanissimo per studiare alla Royal Shakespeare Company. Dalla bellezza iconica e mozzafiato, la sua figura è nota per aver ispirato Tiziano Sclavi, che scelse di dare a Dylan Dog le sue fattezze. A venticinque anni raggiunge il successo nel cinema e da allora, accanto a grandi star e diretto da importanti registi, non ha mai smesso di emozionarci con interpretazioni sublimi, mettendo in scena il suo talento e la sua cultura.

Le prime anticipazioni sui vincitori annunciano tra i premiati il regista Francesco Munzi, al quale sarà assegnato il premio Kinéo&RaiCom per il miglior film italiano distribuito a livello internazionale; il regista Saverio Costanzo, al quale sarà consegnato il premio Kinéo&SNCCI per “Hungry Hearts”; Monica Guerritore, grande attrice di cinema e teatro, che riceverà il Kinéo&Taormina Art Award per il teatro. Il Premio Kinéo&Best Movie al Alba+Rohrwachertalento italiano 2015 andrà all’attrice Alba Rohrwacher, interprete dei nuovi film di Marco Bellocchio e Ascanio Celestini, presentati alla 72. Mostra; il Premio Kinéo Giovani sarà assegnato a Ludovico Girardello, protagonista di “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores, e ad Aurora Ruffino, già scelta dai registi Saverio Costanzo e Giacomo Campiotti e tra i protagonisti di “Braccialetti rossi”, come Moisè Curia, presente a Venezia in due opere, a cui sarà invece riservata una menzione speciale.

Saranno quattordici i premi Kinéo 2015: Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Opera Prima, Premio Kinéo&Taormina Art Award, Premio Kinéo&RaiCom, Miglior Attore Protagonista, Miglior Attrice Protagonista, Premio Pubblico&Critica Kinéo SNCCI, Miglior Attore Non Protagonista, Miglior Attrice Non Protagonista, Premio Classic Kinéo&Ethòs Profumerie, Premio Kinéo&BestMovie, Premio Kinéo International Movie Award a due artisti internazionali, Premio Kinéo Giovani a due artisti emergenti e una menzione speciale.

“Siamo molto orgogliosi dell’ampiezza del voto, sottolinea Rosetta Sannelli, grazie al pubblico delle sale cinematografiche di Anec, dei social network, dei webnauti del sito Kinéo, del giornale online Best Movie e al supporto del voto competente di una giuria di esperti. Un panel vasto e diversificato dà un grande valore aggiunto all’esito del Premio Kinéo”.

“Inoltre, aggiunge Tiziana Rocca, siamo andati anche oltre il verdetto del voto e abbiamo allargato l’evento Kinéo ad artisti internazionali che hanno dato un grande contributo al cinema tout court, come per esempio Nastassja Kinski, icona del cinema degli anno ’80 e ’90 che ha ispirato il manifesto di questa 72. edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi