‘L’esigenza di unirmi ogni volta con te’.

Claudia Gerini e Marco Bocci sono i protagonisti di ‘L’esigenza di unirmi ogni volta con te’ di Tonino Zangardi, al cinema dal 24 settembre con Microcinema. L’amore, la difficoltà di amare ed essere felici, l’ossessione dei sentimenti, la fragilità umana quando viene travolta dalla passione. Questo in poche parole il tema del film che racconta della fuga di un uomo e di una donna dalla colpa e dalle vite precedenti, che si trasformerà in un viaggio on the road, verso una nuova vita e dentro se stessi. Una commedia sentimentale che racchiude alcune scene erotiche e si trasforma in una storia drammatica.

Giuliana (Claudia Gerini) all’inizio della storia conduce una vita normale. È sposata da dieci anni con Martino (Marc Duret), un marito poco passionale e più preoccupato del lavoro che di rendere felice sua moglie. Una mattina, due malviventi armati irrompono nel supermercato in cui lavora. Giuliana e la sua collega sono terrorizzate dalle minacce dei rapinatori, fino a quando Leonardo (Marco Bocci), un affascinante poliziotto che ha conosciuto da poco, non arriva a salvarle la vita.

Da quel momento, nonostante il disperato tentativo di resistere alla passione, tra i due nasce un’attrazione senza limiti, che li porta a scelte estreme pur di rimanere insieme. Così, i due dovranno rispondere a una domanda fondamentale: fino a che punto ci si può spingere per vivere il proprio amore?

“L’idea iniziale del film girato a Tricase è stata un trafiletto di cronaca che raccontava all’incirca quello che si vede – spiega il regista -. Da li è poi partita la mia fantasia e ho iniziato scrivendo, tra l’altro, un libro in sole due settimane”. “E’ chiaro – continua Zangardi – che il successo del mio libro è dovuto al 90% dal pubblico femminile che lo ha premiato in libreria”.

“Un ruolo rischioso – dice invece Claudia Gerini -, ma quando ho letto la sceneggiatura mi sono subito riconosciuta in Giuliana. Mi ha subito colpito la sua integrità. Una donna qualsiasi con un matrimonio un po’ stanco ma sicuro, che ha un certo punto molla tutto. Era tanto tempo che non facevo un ruolo romantico – aggiunge l’attrice – quello di un amore che travolge tutto. Una cosa che può succedere a tutti”.

Per Marco Bocci, invece, il suo personaggio “non è un uomo che fa le cose giuste. E’ un depresso sotto ansiolitici. Incontrare Giuliana libera all’improvviso la sua parte passionale ed è anche un mezzo per rimettere a posto il suo disastrato passato”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi