Two Night Stand, un’App con Amore.

La commedia d’amore è un terreno minato per chiunque, visti i precedenti illustri che in un secolo di cinema si sono susseguiti. APPuntamento con l’@more, terrificante titolo italiano a parte (l’originale è Two Night Stand), è un’opera ben riuscita, semplice ma piacevolissima grazie all’indubbia alchimia tra i due giovani e talentosi protagonisti, Miles Teller (il protagonista dell’adamantino candidato all’Oscar 2015 Whiplash) ed Analeigh Tipton, ex pattinatrice professionista durante l’adolescenza ed artista poliedrica dal viso meravigliosamente bello, nota al grande pubblico per aver interpretato Jessica, la babysitter innamorata di Steve Carell in Crazy, Stupid, Love.

app amore 1Alec e Megan, praticamente sconosciuti l’uno all’altra, si ritrovano costretti a rimanere insieme dopo una notte di sesso improvvisata via chat, perché la sempre meravigliosa ed algida New York viene paralizzata da una tempesta di neve. Impossibile non pensare ad un Harry ti presento Sally in salsa 2.0 concentrato in sole 48 ore per quest’opera prima di Max Nichols, esperto regista di video musicali, figlio 42enne del premio Oscar Mike (Il laureato, Una donna in carriera, A proposito di Henry, Closer) e della scrittrice Annabel Davis-Goff ed è fantastico come la realtà superi sempre la fantasia, visto che, durante le riprese, è accaduto letteralmente di tutto, compreso un problema di alimentazione dei generatori causato da un “piccolissimo, insignificante fenomeno naturale”…l’uragano Sandy dell’Ottobre 2012!

loca app amoreMax Nichols ne ha parlato così: “Sono rimasto intrigato da subito. I personaggi sono intelligenti e divertenti ma la storia va molto più in profondità…mi ha ricordato le storie adolescenziali della mia giovinezza. Alec si rende conto di non aver mai incontrato una ragazza come lei e non può lasciarsela scappare. […] Dopo l’uragano, alcune delle location erano prive di corrente elettrica e noi avremmo dovuto terminare le riprese in 19 giorni. […] Analeigh e Miles si trovavano in un appartamento downtown, isolati senza elettricità e ciò gli ha fornito un parallelismo tra la vita reale e quella del loro personaggio”.

Il risultato finale è assolutamente delizioso.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi