Piemonte Movie gLocal Film Festival.

Domenica 13 marzo si conclude la 15a edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival, con l’ultimo giro di cortometraggi, documentari e i film in programma per gli Omaggi a Claudio Caligari e Guido Chiesa, in attesa della Premiazione (alle 20.30 al Cinema Classico), seguita dal film di chiusura Madeleine di Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo, presentato in anteprima nazionale.

MADELEINE di Lorenzo Ceva Valla_Mario  Garofalo_2_phPatriziaGallianoAlle 21.30 al Cinema Classico (Piazza Vittorio Veneto 5. Ingresso 4 euro), congederemo il pubblico da questa edizione con l’anteprima nazionale di Madeleine (Italia/Ungheria, 2015, 92’, col), lungometraggio diretto da Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo che, dopo aver girato il mondo dal World Film Festival di Bangkok (Thailandia) ai festival di Sedona (USA) e di Dacca (Bangladesh), tornerà dove tutto è cominciato, con ospiti i registi e il cast.

Girato in Piemonte tra Torino, Moncalieri, Airasca, Bricherasio, None e Barge (CN), con il supporto di Film Commission Torino Piemonte, Madeleine è un film poetico che racconta il rapporto tra genitori e figli nell’Italia di oggi, attraverso le vicende di due sorelle, la piccola Madeleine e di Sophie. Le ragazzine, in vacanza dall’anziana nonna, passano le giornate nell’afosa campagna, aspettando l’arrivo del padre che lavora in città, distratte solo da qualche gita al fiume e dalla presenza di un misterioso pavone. Quando la nonna si sente male, le nipoti si rivolgono a un medico, che però sarà solo fonte di ulteriori preoccupazioni, fino a spingerle a scappare in cerca del padre.

“Il film è come un romanzo di formazione visto con gli occhi della piccola Madeleine” raccontano i registi “non essendo ancora contaminata dal mondo adulto, è ancora in grado di cogliere le bellezze e le brutture del mondo, scuotere i personaggi e portarli a una nuova consapevolezza, senza moralismo.”

La programmazione dell’ultimo giorno di festival inizia già nel pomeriggio, con la chiusura dell’omaggio “Il coraggio di fare cinema”, dedicato a Claudio Caligari. Alle 16.30 al Cinema Massimo, Amore tossico, primo lungometraggio del regista di Arona i cui protagonisti, presi dalla strada, sono tossicodipendenti che passano la propria vita tra stupefacenti, litigi, tentativi di rapine e marchette compiute con il solo obiettivo di procurarsi una dose, incapaci di spezzare questo circolo vizioso. All’epoca il film – Premio Speciale alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 1983 – fece molto scalpore per la violenza di alcune scene e per il linguaggio crudo utilizzato dai suoi protagonisti.

Sempre al Cinema Massimo, alle 18.30 anche l’excursus dedicato al regista Guido Chiesa, troverà il suo epilogo con Io sono con te, film storico sulla figura di Maria, donna e madre straordinaria nella sua fiducia e tenacia quotidiane, in un contesto difficile come era la Galilea di duemila anni fa, in cui le ribellioni sono all’ordine del giorno e il richiamo alla violenza e alla vendetta è come un’epidemia.

IO SONO CON TE di Guido Chiesa_1Infine alla Sala Il Movie (via Cagliari 40), le 2 sezioni competitive Spazio Piemonte e Panoramica Doc, riservate rispettivamente a cortometraggi e documentari, daranno spazio agli ultimi lavori in concorso, prima che le giurie assegnino il Premio Torèt Miglior Cortometraggio (1.500 €) e il Premio Torèt Miglior Documentario – Alberto Signetto (2.500 €), oltre ai premi collaterali e delle giurie speciali.

Alle 15.00 e alle 17.00, saranno agli ultimi 11 cortometraggi di Spazio Piemonte a intrattenere il pubblico pomeridiano, mentre alle 18.15 la rosa dei 10 documentari in gara a Panoramica Doc, si chiuderà con le festose celebrazioni del diritto alla diversità in Matti a cottimo di Mauro De Fazio e Simone Sandretti, documentario girato in occasione del Torino Mad Pride, movimento di matti che cerca di interfacciarsi col mondo e con le sue istituzioni nel tentativo di restituire alla follia un ruolo attivo nella società.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi