Come i Beatles sconvolsero il Cremlino.

Correvano i mitici anni Sessanta e i Beatles facevano girare la testa al mondo intero, ad eccezione dell’Unione Sovietica. Ai “Fab Four” era infatti preclusa la possibilità di esibirsi in territorio sovietico, ma la band ebbe lo stesso un incredibile impatto sulla vita delle giovani generazioni e la loro musica fu talmente potente da scardinare anche la Cortina di ferro. A raccontare questa rivoluzione segreta c’è il documentario diretto dal pluripremiato regista britannico Leslie Woodhead per la BBC “Come i Beatles sconvolsero il Cremlino”, in onda domenica 10 aprile alle 21.10 su Sky Arte HD.

beatles cremlinoIl rock dei Beatles imbarazzava il regime sovietico. Pochi brani superavano la censura, la maggior parte finiva all’indice, ma i giovani non demordevano: compravano copie illegali, ascoltavano registrazioni rugginose, percorrevano centinaia di chilometri per ascoltarli. In un viaggio attraverso l’ex Unione Sovietica, da Mosca a San Pietroburgo, da Kiev a Minsk, il documentario mostra come i Beatles hanno cambiato le vite dei loro fan e di tanti musicisti sovietici.

A San Pietroburgo, dove c’è il “Tempio dell’amore, della pace e della musica” dedicato a John Lennon, il regista intervista il superfan Kolya Vasin che racconta dei suoi anni di lotta contro il regime e conduce lo spettatore a una grande festa per il compleanno di Lennon, dove undici band eseguono alcune delle canzoni più famose del gruppo. beatles coverA Mosca, il vice primo ministro di Putin, Sergei Ivanov confida come ha imparato l’inglese grazie al contrabbando dei dischi dei Beatles, mentre i famosi rocker russi Boris Grebenshikov e Andrey Makarevich parlano di come e perché i Beatles siano stati la loro ispirazione e di come abbiano più volte rischiato il carcere, suonando di nascosto i loro pezzi ai loro concerti.

“Come i Beatles sconvolsero il Cremlino” mostra quindi il potere della musica, rivelando come il rock dei Beatles abbia saputo vincere la guerra fredda più della minaccia della guerra atomica.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi