Addio alla Magda di Carlo Verdone

Magda non c’è più. È morta Irina Sanpiter, attrice russa ricordata per il ruolo di Magda, la moglie di Furio in Bianco, rosso e Verdone, di Carlo Verdone, il film cult del 1981.

Aveva 60 anni, da tempo era ricoverata al policlinico Umberto I di Roma per una leucemia contro cui lottava da oltre trent’anni.

magda“Cari amici, proprio ora vengo a conoscenza della scomparsa di una mia brava ed affettuosa attrice: Irina Sanpiter, la Magda di Bianco, Rosso & Verdone”, scrive il regista sul suo profilo facebook.

“Sono molto triste,addolorato. Ci vedevamo poco ma l’abbraccio, quando ci si incontrava, era sempre forte e pieno di dolce nostalgia. Era russa, di Mosca: me la fece incontrare Sergio Leone in quanto era parente della moglie (moscovita) dello sceneggiatore Giorgio Arlorio. Fra tre opzioni scelsi subito lei per via di quegli occhioni dolci e malinconici che dovevano essere una caratteristica della mia Magda. Non volle continuare per scelta la strada del cinema. Era rimasta appagata dal nostro film e si mise ad organizzare eventi e concerti musicali. Non sapevo fosse malata. L’ ultima volta la incontrai lo scorso anno all’Isola Tiberina durante la rassegna cinematografica estiva. Di quel film non è rimasto quasi nessuno, e questo mi deprime terribilmente. Ma il cinema, fortunatamente, ci ” ferma nel tempo”. Illudendoci di una certa immortalità su uno schermo. Magda sarà sempre nel mio cuore come una delle creazioni più riuscite: era sempre allegra,spiritosa, ironica. Grazie Irina per aver condiviso con me una bella commedia rimasta nel cuore di tanti spettatori. Ti ricorderò per sempre cara, dolce amica”. Firmato: Carlo Verdone.

Dopo il film con Verdone, Irina Sanpiter ha lavorato come attrice in Lacrime napulitane di Ciro Ippolito, quindi ha lasciato il cinema diventando organizzatrice di concerti rock. Si è sposata nel 1984 con Toni Evangelisti ma, nel frattempo, ha scoperto di essere malata e, all’inizio degli anni 90, si è ritirata dalle scene.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi