Slender man, dal mito al cinema

In una cittadina del Massachussets, quattro liceali eseguono un rituale con l’intento di sfatare la leggenda di Slender Man. Quando una delle ragazze svanisce misteriosamente, nasce in loro il sospetto che lei sia diventata la sua ultima vittima.

2188420 - Slender ManArriva al cinema dal 6 settembre Slender Man un film diretto da Sylvain White con protagonisti Joey King, Javier Botet, Annalise Basso e Julia Goldani Telles.

Lo Slender Man (Uomo Esile) è un personaggio protagonista di racconti dell’orrore e videogiochi, nato come fenomeno di Internet. È stato creato nel 2009 da Erik Knudsen, noto col nome d’arte di Victor Surge, per un concorso fotografico sul sito Something Awful, dove bisognava ritoccare delle foto aggiungendo dettagli macabri o entità misteriose. Nelle foto preparate da Knudsen, lo Slender Man appariva insieme a dei bambini in un parco giochi. Le immagini erano virate in seppia e corredate da una breve didascalia. Il personaggio impressionò la giuria e Knudsen vinse il concorso. Lo Slender Man riscosse un enorme successo e divenne protagonista di numerose storie dell’orrore create perlopiù su internet e numerose opere fan art dedicate a esso, che diedero vita ad un vero e proprio fandom.

La prima vera diffusione del personaggio avvenne su Youtube: il canale “MarbleHornets” produsse una serie di video in stile finto documentario nei quali dei ragazzi, con l’ausilio di una telecamera amatoriale, riprendevano eventi misteriosi per un concorso scolastico. Durante le riprese, l’essere fu avvistato più volte e i ragazzi ne furono perseguitati. La webserie ha riscosso un enorme successo tanto che oggi ne viene estratto un adattamento cinematografico.

slender man

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi