Carlo Atti Trio.

Sabato 9 agosto a Cueva Summer Jazz (Ferrara) è di scena la travolgente verve del Carlo Atti Trio. Il sassofonista bolognese, incluso di diritto tra i più validi improvvisatori della scena italiana, sarà coadiuvato dalla brillante ritmica di due giovani e autentici talenti come Riccardo Di Vinci al contrabbasso ed Enrico Smiderle alla batteria nella reinterpretazione assolutamente originale degli standard più amati.

Carlo AttiSabato 9 agosto (ore 22.00) Cueva Summer Jazz giunge al quarto appuntamento e accende una nuova notte di grande musica con l’imprevedibile verve del Carlo Atti Trio. Completa la formazione capitanata dal sassofonista bolognese la brillante ritmica di due giovani talenti, Riccardo Di Vinci al contrabbasso ed Enrico Smiderle alla batteria.

Metter mano agli standard, si sa, può rivelarsi arma a doppio taglio. Il rischio di risultare banali striscia dietro l’angolo tanto che ognuno di noi, almeno una volta, è inciampato in qualche noiosa reinterpretazione. Questo non è certo il caso di un bopper di razza come Carlo Atti che, da sempre, opera una rivisitazione della tradizione jazzistica assolutamente originale prestando dovuto rispetto alle peculiarità armoniche e ritmiche dei brani che la costituiscono. Incluso di diritto tra i più validi improvvisatori della scena italiana, Atti – lungi dall’elaborare scalette o repertori preconfezionati – darà vita ad una performance autentica in cui atmosfere swinganti si alterneranno a suadenti ballads, arditi assolo accenderanno la miccia di una sezione ritmica che, seppur giovane, si è già fatta largo sulla scena jazzistica italiana ed europea.

Carlo Atti si avvicina alla musica all’età di sei anni, complice un flauto traverso. È al conservatorio che affianca a quest’ultimo il sax tenore che riconosce immediatamente come proprio strumento principe.

Ancor adolescente si trasferisce nel capoluogo emiliano per proseguire gli studi alternati ad un ascolto spassionato di vinili. Sarà il maestro Giorgio Baiocco ad introdurlo nel modo del jazz e a porre le basi del debutto in veste di leader al Capolinea di Milano.

Carlo Atti2Da quel momento la carriera di Atti subisce una vigorosa impennata. Prendono forma prestigiose collaborazioni con artisti come Steve Grossman, Larry Nocella, Sal Nistico, Massimo Urbani, Ares Tavolazzi, Marco Tamburini, Pietro Tonolo, Bobby Durham ecc. Numerose si succedono le esibizioni in prestigiosi Festival e club, i premi e le registrazioni che conducono ben presto il sassofonista ad allargare i propri confini per approdare oltreoceano. Tutt’oggi Carlo trascorre diverso tempo nella Grande Mela, dove la sua insaziabile curiosità incontra nuova ispirazione.

Il prossimo appuntamento in programma è fissato per sabato 16 agosto con il Brasile di As Madalenas, nuovo duo formato da Cristina Renzetti e Tati Valle.

Condividi questo articolo!