Al Festival di Roma ‘Spandau Ballet: Il Film – Soul Boys of the Western World’ di George Hencken

Spandau Ballet: Il Film – Soul Boys of the Western World di George Hencken sarà presentato nel corso della nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, che si svolgerà dal 16 al 25 ottobre 2014 con la direzione artistica di Marco Müller.

spandauGrazie alla collaborazione con Nexo Digital e Feltrinelli Real Cinema, il prossimo 20 ottobre i cinque componenti del gruppo – Tony Hadley, Steve Norman, John Keeble, Martin e Gary Kemp – saranno sul red carpet del Festival e presenteranno al pubblico dell’Auditorium Parco della Musica il loro film, che sarà nelle sale italiane solo il 21 e 22 ottobre.

L’opera prima di George Hencken – produttrice di pluripremiati video musicali, film concerto, documentari su alcune figure chiave della scena musicale moderna e contemporanea come Jimi Hendrix, Sex Pistols, Madness, Dr. Feelgood – narra la repentina ascesa e il successivo declino degli Spandau Ballet, band di ragazzi della classe operaia londinese divenuta simbolo di un’intera generazione. I protagonisti si raccontano a trent’anni di distanza dai loro maggiori successi, attraverso video di concerti, interviste, filmati personali e materiale inedito: un viaggio nella musica, nella cultura e nella storia degli anni ’80 raccontato attraverso lo sguardo e le canzoni di un gruppo capace di conquistare la vetta delle classifiche mondiali vendendo venticinque milioni di dischi e piazzando ventitré singoli nella hit parade. I classici degli Spandau Ballet sono stati utilizzati come colonna sonora di film e serie televisive come I Simpsons, Spin City, Charlie’s Angels, Prima o poi me lo sposo, Ugly Bettye negli spot pubblicitari di alcuni celebri marchi noti in tutto il mondo; numerose cover dei loro brani sono state realizzate da artisti come Nelly, Paul Anka, Lloyd & Lil Wayne, Black Eyed Peas.

Un viaggio nel cuore degli anni ’80 con una delle band più iconiche del decennio, gli Spandau Ballet. Questo film unico racconta la storia di un gruppo di ragazzi della classe operaia di Londra che ha creato un impero musicale globale, ma ad un prezzo che nessuno di loro avrebbe mai potuto immaginare.

Gli Spandau Ballet diventarono i pionieri dell’epoca del nuovo pop destinato ad attraversare il globo: a metà degli anni ’80 insieme ai Duran Duran, Sade, Culture Club, Wham! (e a decine di altre band britanniche) erano delle star riconosciute a livello mondiale. Questo film conduce lo spettatore nel cuore di quell’epoca, raccontando inoltre il panorama culturale e politico che fa da sfondo alla storia della band. È un film che parla non solo ai fan degli Spandau Ballet o a coloro che nutrono nostalgia per gli anni ‘80, ma a chiunque abbia mai sperimentato l’amicizia. E il dolore che la sua fine comporta.

spandau-balletMa prima del festival, il 13 ottobre arriverà negli store italiani “The Very Best of Spandau Ballet: the Story” (Warner Music Italia), contenente tre brani inediti (tra cui il primo singolo estratto dall’album ‘This is The Love’ assieme a ‘Steal’ e ‘Soul Boy’) prodotti dal leggendario Trevor Horn.

 

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi