Zombitudine.

Zombitudine 2 foto di Donato AcquaroVorremmo essere morti. O dovremmo essere morti.
O forse siamo morti? Morti fra i morti.
Tutto inizia con i morti. Se non siamo morti, non cominciamo.
Siete morti? Cominciamo.

Al Teatro dell’Orologio di Roma dal 2 al 23 novembre, ZOMBITUDINE, progetto, testo, regia, interpretazione Elvira Frosini e Daniele Timpano, ultimo lavoro della compagnia Frosini/Timpano, nell’ambito della ventinovesima edizione del Romaeuropa Festival.

Insieme ai progetti collaterali, le performance urbane Walking Zombi, e il workshop Corpo Morto, lo spettacolo, già successo di pubblico e critica, ha debuttato a dicembre 2013 al Teatro della Tosse e a Fuori Luogo di La Spezia e nel corso del 2014 ha fatto tappa in diversi festival, tra cui l’Asti Teatro Festival, il RIC Festival di Rieti e l’Opera Estate / Festival B.motion di Bassano Del Grappa.

Un uomo e una donna sono rifugiati in un teatro insieme al pubblico. In questo spazio di illusoria salvezza e resistenza attendono l’arrivo di qualcuno o qualcosa: la fine del mondo? Un nuovo inizio? La Rivoluzione? Forse arrivano gli Zombi.
Gli Zombi siamo noi. La Zombitudine è la nostra condizione quotidiana. Stretti tra l’emergenza di un evento imminente e devastante e una quotidianità claustrofobica si fa fatica a riconoscere il pericolo o la salvezza: la vita da assediati è divenuta normalità. Quella dello Zombi allora è l’immagine della nostra fine, ma è anche un’immagine di speranza, l’unica prospettiva di rinascita, l’unica forma di vita alternativa al dominio di banche, finanza e multinazionali. L’unico Risorgimento possibile per noi e il nostro Paese è un Risorgimento Zombi. Zombi di tutto il mondo uniamoci!

Elvira Frosini e Daniele Timpano, sono autori, registi e attori. I loro lavori sono stati rappresentati in numerosi teatri, festival, e contesti performativi in Italia e all’estero, tra gli altri: Teatro Palladium di Roma, Festival Inequilibrio / Armunia a Castiglioncello, Perdutamente / Teatro di Roma, Festival Short Theatre di Roma, Teatro Civile Festival, “Face a Face” / Theatre de la Ville Parigi, Place à l’Art Performance e La Nuit Blanche, Asti Teatro, Teatro della Tosse, Teatro Elfo Puccini, Bassano Opera Estate / Festival B.Motion, Romaeuropa Festival, Teatro Bellini di Napoli. Tra i loro spettacoli ricordiamo: Dux in scatola (2006), Reperto#01 (2006), Ecce robot! (2007), Sì l’ammore no (2009), Risorgimento pop (scritto con Marco Andreoli, del 2009), Ciao bella (2010), Digerseltz (2012), Aldo morto – tragedia (2012), ZOMBITUDINE (2013).
Lo spettacolo Aldo morto è stato candidato al Premio Ubu nel 2012 come migliore novità drammaturgica, ha vinto il Premio Rete Critica 2012 ed il premio NICO GARRONE 2013 per il progetto speciale “Aldo morto 54”, realizzato in collaborazione col Teatro dell’Orologio. Hanno lavorato per RaiRadio3 in “Rombi tuoni scoppi scrosci tonfi boati”, trasmissione realizzata per il centenario del Futurismo italiano nel 2009 e in “Diari di guerra”, serie di letture realizzati in occasione del centenario della Grande guerra. Nel 2014 Rai5 ha realizzato un documentario su di loro nel ciclo “Roma: la nuova drammaturgia”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi