Antrepima TriesteFF.

OFF THE WALL Una selezione di film recenti realizzati da giovani cineasti provenienti dai paesi dell’Europa dell’Est parteciperanno a sette festival europei e faranno sosta anche a Trieste il 12 gennaio 2015 al Cinema dei Fabbri.

Off the Wall è un progetto finanziato dal programma europeo ‘audience development’ di Europa Creativa e ideato da una rete di festival di cui anche il TriesteFF fa parte, assieme ad altri 6 festival (REC Tarragona – Spagna, A l’Est du Nouveau – Rouen, Francia, Tallinn Black Nights Film Festival – Estonia, Espo Cine IFF – Helsinki, Finlandia, in collaborazione con Northern Film Festival – Leeuwarden, Paesi Bassi, e IFF Kratkofil Plus – Banja Luka, Bosnia Erzegovina.

A Trieste verranno presentati 3 film:

WSZYSTKO CO KOCHAM (All that I Love / Tutto cio’ che amo) di Jacek Borcuch, Polonia, 2009 / distribuzione internazionale Wide (candidato polacco agli Oscar come miglior Film Straniero 2010).

Polonia 1981: dietro la cortina di ferro, Janek, il figlio adolescente di un capitano della marina, forma gli ATIL (All That I Love), una band punk-rock le cui canzoni esprimono la delusione per il socialismo e un desiderio di libertà che fa eco alle idee del nuovo movimento “Solidarietà” (Solidarnosc).

1

Allo stesso tempo, Janek trova l’amore in Basia, una giovane donna il cui padre fa parte del movimento e disapprova Janek, a causa dei numerosi militari presenti della sua famiglia. Con la crescente agitazione sociale e l’introduzione della legge marziale, Janek e la musica degli ATIL provocheranno gravi problemi tra i familiari e gli amici.

2THIS AIN’T CALIFORNIA (Germania, 2012, 90′) di Martin Persiel: un viaggio all’interno del mondo sconosciuto e bizzarro dei ‘Rollbrettfahrer’, come erano conosciuti gli skaters nell’ex Germania dell’Est, giovani ribelli per cui la voglia di libertà diventa -grazie a uno skateboard- stile di vita. (http://www.thisaintcalifornia.de/en/about-movie)

FIGLIO DI NESSUNO (Ničije dete / No one’s child) di Vuk Rsumovic, Serbia/Croazia, 2014 – vincitore Settimana Internazionale della Critica di Venezia 2014 – sara’ distribuito in Italia nel 2015 da Cineclub Internazionale Distribuzione. Nella primavera del 1988, fra le montagne della Bosnia, viene ritrovato un bambino cresciuto fra i lupi. Gli viene dato il nome di Haris e viene inviato in Serbia, all’orfanotrofio di Belgrado, dove è affidato alle cure di Ilke. Qui diventa amico inseparabile del piccolo Žika e, col tempo, impara a pronunciare le sue prime parole. Ma nel 1992, nel pieno della guerra, le autorità locali lo costringono a tornare in Bosnia, dove viene armato di fucile e spedito al fronte. E una notte, per la prima volta nella sua vita, il ragazzo prende una decisione tutta sua.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi