Un Nastro d’Argento per il cinema del Reale.

Martedì 3 Marzo, alla Casa del Cinema di Roma sarà annunciato il palmarès dei giornalisti cinematografici dedicato al cinema del reale, come ogni anno, in attesa dei Nastri d’Argento per i lungometraggi.

ACC_8822Tra i titoli che concorrono all’assegnazione del Nastro per il miglior documentario sui temi di attualità si sfidano, Quatriglio, Pannone, Ferrario, Segre e Zoratti. E’ invece un testa a testa tra Barilli, Treves, Sanguineti, Sesti e Soldi la ‘cinquina’ specificamente dedicata al Nastro ‘doc’ per il cinema e lo spettacolo, con i film su Parma e il cinema, Rondi, Andreotti, Lucio Dalla e Tiziano Sclavi, in un’eterogeneità che sottolinea la ricchezza quantitativa e qualitativa di un’offerta che consolida di anno in anno l’importanza di quanto il cinema aggiunge sempre di più al grande racconto giornalistico dell’attualità, in ogni campo.

Il Sngci presieduto da Laura Delli Colli ha deciso, come lo scorso anno per Sacro GRA di Gianfranco Rosi, di siglare con i premi dell’anno la fotografia del Paese che il cinema del reale ha scattato quest’anno attraverso società, quotidianità, memoria non solo politica, con Italy in a Day di Gabriele Salvatores, Felice chi è diverso di Gianni Amelio e Quando c’era Berlinguer di Walter Veltroni. Un Nastro speciale, insieme ad alcune menzioni completerà il palmarès che sarà annunciato definitivamente in occasione della serata romana.

ronconi quadriMa la giuria del Sngci ha già assegnato un riconoscimento speciale al film di Jacopo Quadri La scuola d’estate: un omaggio a Luca Ronconi ma fin dal debutto al Torino Film Festival, in Novembre, un film entrato in selezione perché è una straordinaria testimonianza della passione, del talento e insieme della naturale semplicità con la quale un Maestro del teatro come il grande regista appena scomparso ha saputo conquistare anche i più giovani.

I finalisti sono scelti quest’anno dai giornalisti del Sngci tra i documentari presentati nei più importanti festival (poi usciti in sala o in dvd, o andati in onda su una rete tv) fra il 1° Gennaio e il 31 Dicembre 2014, e saranno premiati per la prima volta alla Casa del Cinema nella serata dedicata dai Nastri al documentario.

Oltre 50 i titoli considerati quest’anno, protagonisti di un rilancio significativo anche nei più importanti festival cinematografici, che il Sngci ha considerato in una selezione che conferma la particolare vivacità del documentario. Il cinema del reale conquista premi importanti nei festival ed è protagonista di molte rassegne specializzate ma, soprattutto, arriva finalmente nelle sale.

La zuppa del demonioEcco la ‘cinquina’ che concorre al Nastro d’Argento 2015 (cinema del reale)
-COME IL PESO DELL’ACQUA di Andrea SEGRE
-LA ZUPPA DEL DEMONIO di Davide FERRARIO
– SUL VULCANO di Gianfranco PANNONE
-THE SPECIAL NEED di Marco ZORATTI
-TRIANGLE di Costanza QUATRIGLIO

E la “cinquina” per il miglior documentario sul cinema e lo spettacolo
– GIULIO ANDREOTTI. IL CINEMA VISTO DA VICINO di Tatti SANGUINETI
– NESSUNO SIAMO PERFETTI di Giancarlo SOLDI
– GIAN LUIGI RONDI VITA,CINEMA, PASSIONE di Giorgio TREVES
– POLTRONE ROSSE: PARMA E IL CINEMA di Francesco BARILLI
– SENZA LUCIO di Mario SESTI

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi