Meryl Streep: ho l’età per fare la strega.

“Quando ho compiuto 40 anni mi hanno proposto 3 volte ruoli da strega. Erano scomparse le parti di donne desiderabili. Ho sempre detto di no. Ora ho cambiato idea”, Meryl Streep, 65 anni, impegnata da tempo nel difendere il lavoro e la dignità delle attrici over 40, racconta a “IO donna”, in edicola sabato 7 marzo, perchè ha accettato di fare la strega cattiva in Into the Woods.

woods“Il mio personaggio – afferma Meryl Streep – pensa che con una certa pozione diventerà più bella e sarà più amata. Un’idea che spesso hanno le donne: anch’io in passato ho cercato di essere attraente e ho sprecato un sacco di tempo a fare diete. E’ stupido ma le attrici lo fanno spesso”. Nei prossimi mesi, vedremo Meryl in altri due film: sarà una rocker di mezz’età in Ricki and the Flash e un’aspirante cantante lirica in Florence Foster Jenkins: “Mi interessano solo donne della mia eta’”, dice.

Il film Disney ‘Into the Woods’ è una rivisitazione in chiave moderna delle più amate fiabe dei fratelli Grimm, in cui si intrecciano le trame di alcuni racconti, per esplorare le conseguenze delle avventure e dei desideri dei personaggi. Questo musical intenso e ricco di umorismo rivisita le fiabe classiche di Cenerentola (Anna Kendrick), Cappuccetto Rosso (Lilla Crawford), Jack e il fagiolo magico (Daniel Huttlestone) e Raperonzolo (MacKenzie Mauzy), unendole tra loro tramite una vicenda del tutto nuova incentrata su un panettiere e sua moglie (James Corden ed Emily Blunt), sul loro desiderio di formare una famiglia e sul rapporto con la strega (Meryl Streep) che ha gettato su di loro un maleficio.

woods1Il film ‘Into the woods’ arriverà il 2 aprile nelle sale italiane, ma il 15 marzo è prevista una proiezione speciale organizzata da ‘Alice nella città’ nell’ambito della programmazione della manifestazione di Cinema al MAXXI (Roma).

Candidato a 3 premi Oscar, il film è diretto dal regista Rob Marshall e basato sull’omonimo musical originale vincitore del Tony Award, firmato da James Lapine e dal leggendario compositore Stephen Sondheim. Per la strega interpretata da Meryl Streep anche una nomination come Miglior attrice non protagonista agli Academy Awards 2015.

Into the Woods è una storia bellissima e toccante, con temi contemporanei elegantemente raccontati attraverso le fiabe più celebri che insieme analizzano cosa accade dopo “E tutti vissero felici e contenti”.

Grande ammiratore dello spettacolo teatrale originale, Marshall è stato immediatamente attratto dal progetto. “Ho sempre amato questo spettacolo, sin da quando lo vidi inscenato dalla compagnia originale nel 1987”, afferma. “È una combinazione unica di personaggi classici che s’incontrano e creano un affresco incredibilmente profondo, che esplora ciò che accade dopo il ‘tutti felici e contenti’”.

INTO THE WOODSInto the Woods è prodotto da Marshall, John DeLuca, il produttore di “Wicked” Marc Platt e Callum McDougall ed è stato girato negli studi e in location dislocate in tutta l’Inghilterra.

Il pluripremiato team produttivo vede coinvolti anche il direttore della fotografia Dion Beebe (Collateral, Chicago, Nine), premiato con l’Oscar grazie al lavoro svolto in Memorie di una Geisha, sempre diretto da Marshall; lo scenografo Dennis Gassner (Skyfall, Quantum of Solace), premio Oscar per Bugsy; e la costumista Colleen Atwood (Memorie di una Geisha, Chicago, Alice in Wonderland), vincitrice di tre Oscar.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi