‘Crimini del Cuore’ debutta ad Agrigento.

Agrigento, la città dei Templi, è stata scelta per la prima nazionale della commedia “Crimini del cuore” con Benedicta Boccoli, Fulvia Lorenzetti, Paola Bonesi, Marco Casazza, Cristina Fondi e Leonardo Sbragia. crimini del cuoreIl sipario del Teatro Pirandello si riaprirà dal 18 al 19 aprile per ospitare lo spettacolo di Beth Henley con la regia di Marco Mattolini, che racconta la storia di tre sorelle che si ritrovano nella vecchia casa paterna nel Mississippi dove vive Lenny, una zitella lamentosa e un po’ squinternata, che si occupa di un nonno vecchio e malato.

Nel giorno del suo malinconico compleanno arriva Meg, da tempo lontana in cerca di successi teatrali e canori, ma in sostanza sola e non felice e tutte e due successivamente accolgono Babe che è stata appena rilasciata dopo il fermo di polizia, avendo sparato al suo oppressivo marito del quale si era stufata. L’incontro inconsueto è l’occasione adatta per ricreare l’atmosfera di famiglia.

Lo spettacolo poi si sposterà al Teatro Civico di Tortona il 22 aprile e arriverà a Milano dal 24 aprile al 3 maggio al Teatro San Babila.

fulvia lorenzetti“In “ Crimini del cuore” Meg, una delle tre sorelle Magrath, è interpretata da Fulvia Lorenzetti (la più grande, Lenny, è Paola Bonesi e la più piccola, Babe, è Benedicta Boccoli), già protagonista in tv di ‘Distretto di Polizia 2’ su Canale 5 e ‘La Squadra’ su Rai Tre.

“Un testo meraviglioso – afferma Fulvia Lorenzetti -, scritto da una donna e proprio per questo l’universo femminile è delineato meravigliosamente in tutte le sue sfaccettature, un testo colmo di un sottotesto protagonista assoluto”.

“Meg – continua l’attrice romana – è un personaggio fantastico da interpretare. Un animo ferito da una tragedia profonda: è Lei che trova la madre impiccata in cantina. Proprio questa tragedia la porterà a costruirsi una corazza per tutelarsi dal dolore, dalla sofferenza, la fragilità tenuta ben nascosta agli occhi degli altri. E’ l’unica delle tre sorelle che lascia la piccola Contea del Mississipi per cercare una vita nuova e inseguire la carriera di cantante a Hollywood interrotta, però, bruscamente dopo un esaurimento nervoso”.

fulvia lorenzetti1“Il suo dolore – racconta Fulvia Lorenzetti -, anche se ben nascosto, in qualche modo è riuscito a venir fuori. Meg ritorna nella casa paterna, dove vive la sorella più grande Lenny, che si occupa del vecchio nonno, per un’ennesima tragedia, in questo caso solo sfiorata, per un caso fortuito: la sorella più piccola Babe, ha sparato a suo marito, che rimane solo ferito. Il suo ritorno sarà una ventata di vita. Con la sua determinazione, forza e immenso affetto per le sorelle riuscirà a salvarle entrambe: Babe, dal carcere e dal suicidio, Lenny da una vita di solitudine e debolezza e proprio per questo, in qualche modo salverà anche se stessa: sua madre non aveva potuto salvarla ma le sorelle sì”.

“Meg – conclude l’attrice nota per il suo ruolo da protagonista in ‘la Prima volta’ di Massimo Martella e per la sua partecipazione in ‘Ex’ di Fausto Brizzi – è un personaggio che ho amato subito, una donna che conquista con quel suo fare un po’ selvaggio, sprezzante, teatrale: una maschera buffa indossata per poter affrontare una vita che spesso non è facile, ma il suo cuore lo si avverte fortemente”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi