Roan Johnson dirige ‘I delitti del Barlume’.

Tornano in tv i gialli di Marco Malvaldi – I Delitti del BarLume – con due nuove storie: La Tombola dei Troiai, racconto compreso nell’antologia Regalo di Natale, e La briscola in cinque, entrambi editi da Sellerio, in onda rispettivamente lunedì 11 e 18 maggio alle 21.10 in prima tv su Sky Cinema 1 HD e disponibili su Sky On Demand e Sky Online. Le due nuove storie de I Delitti del BarLume sono state realizzate per Sky Cinema da Palomar, casa di produzione di Carlo Degli Esposti, che ha portato con successo in tv le storie di Montalbano ideate da Andrea Camilleri.

6I1B0183Dopo l’esordio su Sky Cinema con le prime due storie TV del Barlume, di cui la prima “Il Re dei giochi” aveva raccolto oltre 517 mila spettatori medi e una permanenza del 57%, superando grandi prime tv americane come “Hunger Games”, “Prometheus” e blockbuster italiani come “Vacanze di Natale a Cortina”, tornano due nuovi appuntamenti con la commedia a tinte gialle con protagonista Filippo Timi, nuovamente nei panni dell’arguto “barrista” Massimo. E con due novità: dietro la macchina da presa arriva Roan Johnson (4-4-2 – Il gioco più bello del mondo, I primi della lista e Fino a qui tutto bene) e fa l’ingresso nel cast Alessandro Benvenuti, icona della comicità italiana e toscana in particolare, nei panni di Emo, uno dei 4 vecchietti ed ex suocero di Massimo, che prende il posto del compianto Carlo Monni.

Per 8 settimane Marciana Marina e l’isola dell’Elba sono state il set dei delitti, tra giallo e commedia, raccontati nei romanzi di Marco Malvaldi, e interpretati da un cast che vede accanto a Filippo Timi il ritorno di Lucia Mascino nel ruolo del puntiglioso commissario Vittoria Fusco, e di Enrica Guidi, la fidata e prorompente cameriera Tiziana. Ad interpretare i pensionati-detective, in questi nuovi episodi ancora più divertenti e sempre più disturbatori, insieme ad Alessandro Benvenuti (Emo), Atos Davini (Pilade), Massimo Paganelli (Aldo), Marcello Marziali (Gino).

Enrica GuidiDopo il debutto dei primi due film “Il re dei giochi” e “La carta più alta”, Sky riporta in TV la saga giallo-comica dei romanzi di Marco Malvaldi, vero e proprio caso letterario italiano, conservando la formula narrativa che ne ha sancito il successo. Basata su un classico impianto “da giallo”, I Delitti del BarLume accoglie una serie di spassosi accorgimenti narrativi che portano le storie a toccare i territori della grande commedia all’italiana e in particolare quella brillante tradizione regionale toscana che raccoglie l’eredità dei maestri del genere e, con Benigni, Pieraccioni, Virzì, Veronesi, porta (ed esporta) verso l’ampio successo il più genuino humor della nostra provincia. Una formula maggiormente riuscita dall’aggiunta dell’elemento poliziesco, alleggerito dai toni irresistibili “da bar” di paese, che rendono il mix eccentrico e stravagante.

Anche queste storie si svolgono nell’immaginaria cittadina di Pineta, sul litorale toscano tra Pisa e Livorno. Qui, tra una “ciancia” e una partita a briscola, le giornate ruotano intorno al bar, centro nevralgico e strategico di qualsiasi comunità di provincia che si rispetti. Proseguono le avventure di Massimo, ex matematico, che ha abbandonato l’università per dedicarsi al bar e trasformarlo in un locale “a modino”. Le sue giornate sono animate e complicate da Emo, Pilade, Gino e Aldo, i quattro buontemponi “diversamente giovani” che trascorrono qui le giornate, senza perdere l’occasione di commentare tutto e tutti con il tipico umorismo toscano senza peli sulla lingua. Una presenza molesta, solo parzialmente bilanciata da quella piacevole di Tiziana, l’avvenente banconista, scelta per le sue forme e per abbassare l’età media delle presenze fisse del BarLume. E nei nuovi episodi anche il commissario Vittoria Fusco darà non pochi problemi a Massimo …


LA TOMBOLA DEI TROIAI
Massimo Viviani non riesce neanche a stare in pace durante il funerale di suo zio Ampelio: un urlo richiama tutto il paese… qualcuno ha ammazzato il farmacista! I vecchietti, campioni mondiali di pettegolezzo da Bar, sono sicuri che sia stato Emo, l’ex suocero di Massimo. Ma il commissario Fusco non è convinta. Viviani farà chiarezza su una buffa tombola natalizia e quindi sul caso, ma si confonderà parecchio fra le avances della sua bella banconista Tiziana e quelle di Vittoria Fusco.

LA BRISCOLA IN CINQUE
All’alba di una domenica mattina, con i postumi di una serata in discoteca, Marchino ritrova in un casotto abbandonato poco fuori Pineta il cadavere di una giovane e bellissima ragazza. Il nostro Viviani sarà suo malgrado costretto ad indagare a fianco della Fusco per risolvere questo caso misterioso. Tra gli scherzi dei vecchini, le gelosie di Tiziana e i continui due di picche di Vittoria, Massimo scoprirà che non sempre chi è in squadra con te può considerarsi tuo alleato.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi