Sala Umberto, due Sandrelli sul palcoscenico.

sandrelliPer la prima volta una accanto all’altra in palcoscenico, Stefania e Amanda Sandrelli, mamma e figlia, hanno scelto il Teatro Sala Umberto di Roma, dove le potremo ammirare nella prossima stagione che riserva anche il ritorno dopo 12 anni di Elena Sofia Ricci, di Giorgio Pasotti, di Simona Izzo, di Ricky Tognazzi e dei ‘Figli di un Dio minore’ nel primo spettacolo fruibile anche da non udenti. E’ una stagione all’insegna delle donne, dei sentimenti e delle risate, quella che prenderà il via dal 15 settembre con 14 spettacoli e 5 produzioni proprie.

Il Teatro seppure abbia riscosso grandi successi nella stagione teatrale appena conclusa anche quest’anno non può chiudere il bilancio in attivo. sala umberto“Quest’anno abbiamo contato 243 recite in 215 giorni, 39 compagnie, di cui 23 di teatro ragazzi – afferma il direttore artistico Alessandro Longobardi durante la presentazione della stagione 2015/2016 -. In tutto, 89 mila spettatori di cui 15 mila bambini delle scuole. Il che vuol dire che chiudiamo il bilancio con la consueta perdita, mediamente sostenibile, anche se le produzioni avviate hanno avuto un buon riscontro”.

“Il dramma – continua Longobardi – è che siamo privati che svolgono un lavoro di interesse pubblico, produciamo spettacoli oltre che ospitarne. Quest’anno poi, secondo le indicazioni del Fondo Unico dello Spettacolo, abbiamo costituito anche le Officine del teatro italiano, insieme al Brancaccio, al Diamante, Gianluca Ramazzotti e a breve Spazio Impero. Ma tutto questo non viene riconosciuto. Il pubblico è per noi l’unica ancora di salvezza, ma non è sufficiente a coprire i costi. Speriamo che qualcuno nel paradiso della Cultura si ponga il problema”. Il ministro Dario Franceschini è avvisato.

Per il prossimo anno, invece, si punta su ‘I blues’ di Tennessee Williams con Elena Sofia Ricci che sarà diretta da Armando Pugliese. Stefania e Amanda Sandrelli saranno le protagoniste a Natale de ‘Il bagno’, testo tutto al femminile dello spagnolo Astrid Veillon diretto da Gabriel Olivares, che per tutta una festa le vede chiuse in una toilette insieme a Elda Alvigni ed Euridice Axen.

pasottiAd aprire la stagione sarà ‘Un coperto in più’, pièce di Maurizio Costanzo che nel 1972 rimise insieme i fratelli Giuffrè oggi interpretata da Maurizio Micheli e Vito, per la regia di Gianfelice Imparato. E poi ancora, ‘Il metodo’ di Jordi Galceran, thriller atteso di Giorgio Pasotti, con Gigio Alberti, Antonello Fassari e la regia di Lorenzo Lavia. Spazio anche per il nuovo spettacolo di Angelo Longoni, ‘L’amore migliora la vita’ con Ettore Bassi, Gaia De Luarentiis, Eleonora Ivone e Giorgio Borghetti a fare i conti con l’omosessualità di due figli adolescenti. Non mancheranno gli spettacoli di Carlo Buccirosso ‘Una famiglia quasi perfetta’ e Riccardo Rossi ‘That’s Life!’, il ‘Coatto Unico’ di Giorgio Tirabassi e ‘L’amico del cuore’ con Biagio Izzo, Pamela Villoresi in ‘Il mondo non mi deve nulla’ di Massimo Carlotto, ‘Il paraninfo’ di Luigi Capuana con Enrico Guarneri e gli ‘Appuntamenti al buio’ di Stefano Reali con (la neo sposa) Michela Andreozzi, versione attrice e cantante.

Tanta musica e una App studiata per i non udenti accompagneranno invece ‘Figli di un Dio minore’, storia d’amore tra insegnante e allieva di una scuola per sordi, scritta da Mark Medoff e diretta da Marco Attolini, con Giorgio Lupano e Rita Mazza.

The last but non the least i ‘Figli, mariti, amanti’ di Simona Izzo e Ricky Tognazzi, scritto da Simona Izzo e diretto dal marito Ricky Tognazzi. Naturalmente interpretato da entrambi.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi