Burlesque Cafè al Salone Margherita.

Dal 9 novembre, e per tutti i Lunedì, il Salone Margherita vive le atmosfere Belle Epoque e Café Chantant, che lo hanno reso celebre all’inizio del XX secolo, con il ciclo di spettacoli denominati “Lunedì al Burlesque Café”, in scena da novembre a marzo.

burlesque salone margheritaIl celebre marchio Micca Club allestisce cinque spettacoli con un repertorio che va dai primi anni del XX secolo fino agli anni ‘50: “Velvet Cabaret” (9-16-23-30 novembre), “Swinglesque” (7-14-21 dicembre), “1920’s” (11-18-25 gennaio), “Lost Vegas Burlesque Show” (1-8-15 febbraio), “Elisir” (22-29 febbraio e 7-14 marzo). Si tratta di serate esclusive con musica live, note performers di burlesque, cantanti, ballerini, funamboli e maghi.

Si alternano le performers di burlesque: Sophie D’Ishtar, Candy Rose, Scarlett Martini, Vesper Julie, Scarlett Martini, Giuditta Sin, Candy Rose. L’unico rappresentante al maschile del boylesque, Gonzalo De Laverga. E ancora le cantanti Gigì e Vera Dragone, il quartetto jazz “I Velvettoni” (Edoardo Simeone al Pianoforte e Arrangiamenti, Vincenzo Meloccaro al Sax e Clarinetto, Gino Binchi alla Batteria, Nicola Ronconi al Contrabbasso e Giacomo Ronconi alla Chitarra) e il corpo di ballo Criss Bluebelle & The Velvelettes diretto da Cristina Pensiero.

Il direttore artistico e produttore Alessandro Casella celebra il decimo anno dell’attività del Micca Club e per l’occasione porta in scena un burlesque show completamente rinnovato, proponendo un vastissimo repertorio musicale e selezionando un cast di livello internazionale.

Il cocktail bar è affidato nuovamente al Master Mixology, Emanuele Broccatelli, bar manager del R Bar (Majestic Hotel, Via Veneto). Le serate si arricchiscono poi del Temporary Restaurant dello chef Ben Hirst che delizierà il pubblico con prestigiose cene servite nei palchi privé e nelle sontuose Sale Belle Epoque. Una nuova sfida per uno dei più famigerati chef, che ha lavorato nei migliori ristoranti stellati di Europa (al fianco di Fergus Henderson, Pierre Koffmann, Michel Rochedy, Gualtiero Marchesi), a Roma al RistorArte vegetariano di Via Margutta, all’Enoteca Ferrara al fianco di Mary Paolilo, sino ad aprire il suo noto ristorante Necci al Pigneto.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi