11 donne a Parigi.

È stata la commedia femminile di maggior successo in Francia negli ultimi anni, con 1,5 milioni di spettatori. “11 donne a Parigi”, esordio alla regia di Audrey Dana che vede tra le protagonisti Isabelle Adjani, Vanessa Paradis e Laetitia Casta, arriva al cinema anche in Italia con Microcinema.


In molti hanno paragonato l’esordio alla regia dell’attrice Audrey Dana al cult Sex and the City, per la capacità di mostrare con uno sguardo ironico e leggero i personaggi e di descrivere lo sfaccettato e indecifrabile universo femminile. “Questo film parte da un mio desiderio di attrice: – dice Audrey Dana – la voglia di affermare che anche noi donne possiamo far ridere, interpretando dei personaggi più complessi di quelli che ci vengono offerti normalmente”.HOMOSAPIENNES Audrey Dana Proprio per questo la regista ha messo in scena le storie di undici protagoniste, tutte diverse tra loro, tutte affascinanti e divertenti, e tutte interpretate da alcune delle maggiori stelle francesi.

Come la bellissima Laetitia Casta, che confessa le similitudini tra lei e il personaggio: “Sembro molto forte e do l’impressione di sapere quello che voglio, ma sono anche maldestra e timida. Il mio lato romantico è ancora presente, anche se non so ancora per quanto!”. E l’icona del cinema francese Isabelle Adjani, che interpreta una donna che “ricorda me e molte altre donne di tutto il mondo”. Nel cast anche Vanessa Paradis, che di sé e delle donne dice: “Siamo tutte diverse, a livello fisico e caratteriale, ma alla fine, l’importante è il nostro cuore”.


11 donne, madri di famiglia, donne d’affari, amiche, single o sposate, tutte rappresentano un aspetto della donna di oggi: paradossali, un po’ confuse, ma decisamente vitali. Prendiamo Rose, per esempio. Una classica donna d’affari che pensa solo al lavoro e che, a un certo punto della sua vita, si fa prendere dal panico quando le rivelano che il suo tasso di testosterone è alle stelle. Così, si mette in cerca dei suoi amici di scuola, con risultati… catastrofici! A subirne sempre le conseguenze, è la sua assistente Adeline, che farebbe volentieri a meno di soddisfare tutti i capricci del suo capo, oltre a dover affrontare un grave problema familiare. L’avvocato che si occupa del suo caso è Agathe, una donna bella e di successo, ma che non riesce a trovare l’uomo giusto, anche perché, di fronte a quelli che le piacciono, si ritrova a sopportare degli inconvenienti imbarazzanti! Ad aiutarla, c’è la sua migliore amica Jo, che con gli uomini passa da periodi molto freddi ad altri decisamente intensi. Ultimamente, è diventata l’amante di un uomo sposato. La moglie di quest’ultimo, Inès, deve fronteggiare una crisi dovuta a questa situazione, mentre intanto continua a lavorare per Lily, un’esigente stilista, che a sua volta affronta delle difficoltà nella vita personale, in particolare nel rapporto con la figlia (che teme possa mettersi nei guai con i ragazzi), mentre non accetta il fatto di invecchiare. Nel suo studio, troviamo anche il marito di Ysis, una madre che, nonostante la giovane età, ha già quattro figli e che, a un certo punto, scopre di non poter più sacrificare tutto per la famiglia, ma di essere una donna e di voler cercare “gli arcobaleni nel cielo anche quando non piove”. Così, inizierà una relazione con un’altra donna, Marie, arrivata a casa sua come babysitter e che le farà conoscere una dimensione nuova dell’amore, portando finalmente un po’ di passione scatenata nella sua vita. Sempre attorno a Lily, ruotano sua sorella (un’ipocondriaca che, a un certo punto, dovrà fare i conti con un cancro al seno) e Sophie, una sua impiegata, che non perde occasione di spettegolare in ufficio delle sue colleghe, ma che nasconde uno spiacevole segreto: non ha mai raggiunto l’orgasmo. Infine, troviamo Fanny, un’autista di autobus, che è sposata da 15 anni, e che ha ormai dimenticato di poter avere una vita sessuale, fino a quando una botta in testa non risveglierà i suoi istinti.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi