Frammenti dal passato

Dalla scrittrice, regista e produttrice Lisa Joy arriva il thriller d’azione di Warner Bros. Pictures “Frammenti Dal Passato – Reminiscence”, interpretato da Hugh Jackman, Rebecca Ferguson e Thandiwe Newton.

Nick Bannister (Jackman), è un investigatore privato della mente, che riesce a scavare nel mondo oscuro e affascinante del passato dei suoi clienti, aiutandoli ad accedere ai ricordi perduti. Vivendo ai margini della costa sommersa di Miami, la sua vita cambia per sempre quando incontra una nuova cliente, Mae (Ferguson), che lo contatta per una semplice questione: lo smarrimento di un oggetto. Ma presto tutto si trasforma in una pericolosa ossessione. Mentre Bannister lotta per indagare sulla scomparsa di Mae, scopre una cospirazione violenta, e alla fine dovrà rispondere alla domanda: fino a che punto ci si può spingere per tenere strette le persone che amiamo?

Al fianco del candidato all’Oscar, Jackman (“Les Misérables”, “The Greatest Showman”), della Ferguson (l’imminente “Dune”, i film “Mission: Impossible”) e della Newton (“Solo: A Star Wars Story”), recitano nel film Cliff Curtis (“Shark – Il primo squalo”, “Fast & Furious: Hobbs & Shaw”), la nominata all’Oscar, Marina de Tavira (“Roma”), Daniel Wu (“Into the Badlands” in TV “Warcraft: L’inizio”), Mojean Aria (le serie TV “See” e “Dead Lucky”), Brett Cullen (“Joker”), Natalie Martinez (le serie “The Stand” e “The Fugitive”), Angela Sarafyan (la serie TV “Westworld – Dove tutto è concesso”) e Nico Parker (“Dumbo”).
Lisa Joy (“Westworld – Dove tutto è concesso”) con “Frammenti Dal Passato – Reminiscence” debutta alla regia di un lungometraggio, e dirige una sua sceneggiatura originale. Il film è prodotto dalla stessa Joy, Jonathan Nolan, Michael De Luca e Aaron Ryder. I produttori esecutivi sono Athena Wickham, Elishia Holmes e Scott Lumpkin.

Il team creativo include molti dei suoi collaboratori di “Westworld – Dove tutto è concesso”, tra cui il direttore della fotografia Paul Cameron, lo scenografo Howard Cummings, il montatore Mark Yoshikawa e il compositore Ramin Djawadi, insieme alla costumista Jennifer Starzyk (“Bill & Ted Face the Music”).
Warner Bros. Pictures presenta una produzione Kilter Films / Michael De Luca / Filmnation, un film di Lisa Joy, “Frammenti Dal Passato – Reminiscence”. Il film sarà distribuito in tutto il mondo da Warner Bros. Pictures ed uscirà al cinema in Italia dal 26 agosto.

REM-05540r

“Ho scritto “Frammenti dal passato – Reminiscence” – afferma la regista – in un momento in cui ero a un bivio della mia vita, un incrocio tra inizio e fine, vita e morte. A quel tempo ero incinta del mio primo figlio e piena di speranze, aspettative e un po’ di timore per il futuro che mi aspettava. Poi, ho ricevuto una telefonata. Il mio adorato nonno era morto. Mio nonno ha vissuto tutta la vita nel nord dell’Inghilterra, una terra di minatori di carbone con case modeste nel mezzo di un paesaggio collinare. La sua casetta in montagna, come tutte le altre intorno, era ordinata e senza pretese, ma con una particolarità: una targa d’oro decorata con la scritta “Suki Lin”. Questa targa mi ha sempre affascinata da bambina. Sembrava più adatta per l’ingresso di un grande maniero che per una modesta casa di pietra. Chiedevo spesso a mio nonno: “Cos’è un Suki Lin?” ma lui si limitava a dire semplicemente che gli piaceva questo nome. Dopo la sua morte, sono volata in Inghilterra per aiutare a pulire la sua casa. In soffitta, riordinando le sue cose, ho trovato una foto in bianco e nero: doveva avere circa 60 anni. Sebbene sbiadita e stropicciata, si poteva ancora vedere il volto di una giovane donna dai capelli scuri che sorrideva guardando verso l’obiettivo. Sul retro della foto, tra lo scarabocchio della firma di mio nonno, c’era scritto il nome “Suki Lin”. Finalmente avevo scoperto l’origine di quel nome. Questa bella donna del suo passato, significava chiaramente qualcosa per lui. Posso solo immaginare la natura della loro relazione… ma non saprò mai la verità.  La verità su chi erano e cosa significavano l’uno per l’altra esiste solo nei loro ricordi”.
“Si dice che tutti moriamo due volte – conclude la regista -. La prima quando lasciamo questa Terra. La seconda, quando svaniscono gli ultimi ricordi di chi muore. Avendoci mio nonno lasciato, la loro storia ora esiste solo nella memoria di una persona, quella di Suki Lin, chiunque sia, ovunque sia. Se è ancora viva. Poco dopo aver trovato la foto di Suki Lin, ho dato alla luce mia figlia. Ricordo che di notte la tenevo in grembo nella mia camera buia pensando: “Questo è uno di quei momenti che voglio che duri per sempre”. Ho tentato di imprimere quel ricordo nella mia mente. Il suono del suo respiro, l’odore dei suoi capelli, la sensazione delle sue piccole mani intorno al mio dito… Ma nel tempo, la cosa mi ha un po’ rattristata. Perché sapevo che per quanto mi potessi sforzare di ricordare tutto, non avrei più vissuto così intensamente quelle sensazioni. La memoria logora. Il passato ci appare annebbiato. Non potremo mai tornare completamente indietro. Ma se invece potessimo?”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi