Il vizio dell’arte.

Dal 22 al 26 ottobre 2014 presso Spazio Oberdan della Provincia di Milano, Fondazione Cineteca Italiana presenta IL VIZIO DELL’ARTE, rassegna in otto film che riflettono sul mondo del teatro, indagandone il senso più profondo.

Al teatro Elfo Puccini, dal 21 ottobre al 16 novembre prossimi, andrà in scena Il vizio dell’arte, uno spettacolo di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, con protagonisti lo stesso Bruni e Elio De Capitani, tratto dall’omonima, formidabile pièce di Alan Bennett. Un testo irriverente e spassoso, ma anche profondamente commovente, in cui si parla di teatro, di poesia e di musica, di etica e di vita. A partire da questo esilarante gioco di “teatro nel teatro”, la Cineteca Italiana rinnova l’ormai collaudata collaborazione con l’Elfo, proponendo una breve rassegna di otto film che riflettono sul mondo e il senso del teatro, sulla sua forza di incidenza sulla realtà, i suoi valori e i suoi pericoli.

Eva contro EvaApre il sipario Eva contro Eva di Joseph L. Mankiewicz, che indaga il teatro e la potenza della parola nelle interpretazioni di Marilyn Monroe e Bette Davis.

In programma poi l’esilarante Rumori fuori scena di Bogdanovich; Vanya sulla 42° strada di Louis Malle, interpretato da una strepitosa Julianne Moore e tratto dalla commedia Zio Vanja di Checov, un film che riflette sul teatro e sul fuori scena, sulla finzione e sulla realtà, analizzando i sentimenti dei personaggi che si muovono dentro e fuori dal palco; La sera della prima, nono film di John Cassavetes, che mette in scena il teatro come istituzione ufficiale e il paradosso dell’attore.

Pallottole su BroadwayE ancora, Pallottole su Broadway di Woody Allen, ironico apologo sull’arte e sul teatro in una New York anni ’20; l’ultimo film di Roman Polanski, Venere in pelliccia, interpretato dalla moglie Emmanuelle Seigner, un film che si interroga sul gioco della seduzione evidenziandone luci e ombre, messe a nudo anche dal rapporto tra cinema e teatro, naturale sfondo del film.

Completano la panoramica il capolavoro di Ernest Lubitsch, Vogliamo vivere!, girato in piena tragedia nazista, e il capolavoro francese Les Enfants du Paradis, girato fra il 1943 e il 1945 da Marcel Carné con la collaborazione di Jacques Prévert.

Domenica 26 ottobre, alle ore 21, prima della proiezione di Pallottole su Broadway, Ferdinando Bruni, Francesco Frongia ed Elio De Capitani saranno presenti in sala per parlare del loro spettacolo e di che cosa è per loro il “vizio dell’arte”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi