Il 3 marzo torna l’Ora solare.

Dopo l’esordio del 2013 con “Per fortuna dormo poco”, disco che lo ha messo in evidenza come uno dei più talentuosi cantautori della sua generazione, TOMMASO DI GIULIO pubblica il prossimo 3 marzo il nuovo album dal titolo “L’ORA SOLARE”.

Ecco un’anteprima video, con immagini girate nel backstage, sulle note de “LA FINE DEL DOPO”, una delle canzoni del nuovo disco. Il brano è impreziosito dalla presenza di FRANCESCO FORNI, ILARIA GRAZIANO , ROBERTO ANGELINI, , FABIO RONDANINI, GABRIELE LAZZAROTTI. Riprese, regia e montaggio: Luca Dammicco

Nel 2013 Tommaso Di Giulio pubblica l’album d’esordio come solista, Per fortuna dormo poco, prodotto da Leave Music e distribuito da Universal, un album dove sonorità rock e new wave di matrice anglosassone incontrano la tradizione cantautorale italiana. L’album viene accolto con calore da critica e pubblico.

tommasodigiulio_orizz_WEBL’album viene presentato in un tour che in un anno e mezzo vede Tommaso e la sua band attraversare l’Italia durante cento concerti tra cui si contano quelli a Le Scimmie di Milano, al Teatro Palladium, al Circolo Degli Artisti, all’Auditorium Parco della Musica di Roma e all’Abbabula Festival di Sassari.

Durante il 2013, quattro singoli estratti da Per fortuna dormo poco vengono trasmessi da più di cento radio italiane; il brano Le mie scuse più sincere diventa la sigla del programma E…state in garage in onda Rai Isoradio.
Nel corso del Per fortuna dormo poco tour Tommaso apre anche numerosi concerti di altri artisti tra cui Franco Battiato, Max Gazzè, Marta Sui Tubi, The Niro, Mario Venuti, Irene Grandi, Marlene Kuntz, Alessandro Mannarino, Il Muro Del Canto, Dente, Renzo Rubino.

Nell’estate del 2013 Tommaso viene invitato a suonare a Marsiglia come rappresentante italiano durante la manifestazione La fête de la musique.

Nel 2014 suona a Music Corner di Repubblica, rubrica web curata e condotta da Gino Castaldo e Ernesto Assante e al format Rocksteria condotto da Federico Fiume. Si esibisce e viene intervistato da numerose radio nazionali, tra cui Radio 1 (nel programma Brasil) e Radio 2 (a SuperMax, Meno Male che c’è Radio 2 e Wake Up Revolution).

Il disco d’esordio viene recensito da importanti testate nazionali scrive di lui Gino Castaldo su La Repubblica: “Bella novità (…) Possiede una voce da cantautore mobile e arguto, ricca di suadente musicalità, con idee da vendere. Tutto fa pensare a una promettente carriera.” , mentre sul Il Mucchio Federico Guglielmi scrive : “Di Giulio sa imporsi come autore non banale nei testi – gioiellini, e molto più profondi di quanto sembrino a un’analisi superficiale- e nelle intriganti melodie, come interprete al quale la leggerezza non sottrae carisma.” Pasquale Rinadis su ilfattoquotidiano.it scrive: “ Liricamente delizioso e vocalmente carezzevole, Tommaso con grande capacità di scrittura racconta gli spazi di confine, come quelle ore piccole che non si sa mai se chiamarle notte o mattina, in cui le impressioni di ieri si sommano alle speranze per affrontare il domani.”

Sempre nel 2014 è ospite del giornalista Stefano Mannucci al N’importe quoi, al teatro Tirso De Molina e al Premio Bianca D’Aponte.

Nell’estate del 2014 viene scelto in qualità di “artista della settimana” per MTV New Generation con il videoclip di Voglio un monitor che vince anche il Primo Premio al festival internazionale Corti and Cigarettes.
A marzo 2014 parte, insieme alla sua band, per un mini tour all’estero, con due date a Parigi e una a Bruxelles.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi