Johnny Depp é tornato.

Ironia, fashion, arte e carisma è quanto emerge dall’anteprima stampa di Mortdecai, un film di David Koepp, tratto dal 1° volume della quadrilogia di Kyril Bonfiglioli (1928-1985), intitolato “Don’t point that thing at me”.

mortdecaiLa pellicola, che uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo 19 febbraio si avvale di un cast d’eccezione, ad iniziare dal protagonista Johnny Depp che veste i panni del fascinoso aristocratico inglese sull’orlo del lastrico, Charlie Mortdecai, Gwyneth Paltrow alias la sensuale e intelligente Johanna Mordecai, Ewan McGregor che interpreta l’ispettore Martland perdutamente innamorato fin dai tempi del College di Johanna, Paul Bettany servitore e braccio destro di Mortdecai che ha deciso di dedicare la propria vita a proteggere il suo capo, Olivia Munn, figlia ricca e ninfomane del miliardario Krampf, interpretato da Jeff Goldlum.

mortdecai-poster-gwyneth-paltrowIl film si presenta come un action movie ironico: Charlie Mordecai è un’affabile mercante d’arte, un grande appassionato di Brandy, di cui non sembra disdegnare litri e litri e un criminale part time, il quale è impegnato in una corsa contro il tempo in giro per il mondo, armato solo dei suoi adorati baffi e del suo fascino per recuperare un dipinto rubato, che si dice contenga il codice per accedere ad un conto bancario in cui era depositato l’oro dei nazisti. Tra russi inferociti, servizi segreti inglesi, terroristi pericolosi e una moglie dalle gambe chilometriche, Charlie insieme al suo ottimista e colosso fedele Jock affronterà rocambolesche avventure.

mortdecai mcgregorA onor del vero c’era un po’ di timore in questa nuova interpretazione di Johnny Depp, forse perché il vederlo sempre vestire i panni negli anni passati di “pupazzo”, stentavo a ritrovare il superlativo attore che ho conosciuto ai tempi di Edward Mani di Forbice e Blow, ma devo ricredermi; la sua performance infatti mi è piaciuta, ironico, arguto, bizzarro e divertente è questo ciò che ha trasmesso sullo schermo. Insomma, il nostro Johnny sembra essere tornato, forse ancora non completamente, ma è sulla buona strada.
Tuttavia il personaggio che più mi ha colpito per il talento recitativo è sicuramente Paul Bettany, che sembra recitare ogni battuta con estrema nonchalance. Jock Strapp è il classico tuttofare, gettonatissimo tra le signore, dotato di una compostezza e un ottimismo impressionanti. Il suo look è particolarmente interessante e unico grazie alla firma del make-up artist Sallie Jaye che ha dotato Bettany di una cicatrice caratteristica e un inusuale occhi di vetro.

mortdecai munnImpeccabili anche i costumi della pellicola, opera del due volte Premio Oscar Ruth Myers, la costumista ha lavorato a tu per tu con il regista Koepp e gli attori: “volevamo che il look complessivo degli attori fosse davvero straordinario e cucito, modellato apposta su ogni attore, non volevamo che gli abiti fossero schiavi della moda, ma unici nel loro genere”.
Mordecai si presenta come una pellicola ben calibrata, piena di battute esilaranti, provocatorie e divertenti, decisamente in linea con lo stile che Bonfiglioli ha dato al romanzo, che il The Spectator definisce così: “il ritorno di Kyril Bonfiglioli è di gran lunga la cosa migliore che sia capitata sulla scena letteraria da anni a questa parte!”.

Camilla Lombardozzi

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi