Le Petit Prince conquista Cannes.

Fuori concorso arriva al festival di Cannes il film d’animazione ‘Il Piccolo Principe’, ispirato al libro cult di Saint Exupery, tra i più venduti al Mondo ancora oggi con 145 milioni di copie e traduzioni in 250 lingue.

Il-piccolo-principeProtagonisti un vecchio ed eccentrico aviatore e la sua nuova vicina di casa: una bambina molto matura trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. Attraverso le pagine del diario dell’aviatore e i suoi disegni, la bambina scopre come molto tempo prima l’aviatore fosse precipitato in un deserto e avesse incontrato il Piccolo Principe, un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta. Le esperienze dell’aviatore e il racconto dei viaggi del Piccolo Principe in altri mondi contribuiscono a creare un legame tra l’aviatore e la bambina. Affronteranno insieme una straordinaria avventura, alla fine della quale la bambina avrà imparato ad usare la sua immaginazione e a ritrovare la sua infanzia.

Il film è prodotto dall’On Studios, con la regia di Mark Osborne (nomination all’Oscar per Kung Fu Panda) e doppiato da voci famose: per l’Italia, dove il film sarà distribuito da Lucky Red il prossimo Natale (dal 3 dicembre), ci sono Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Pif, Alessandro Siani e Stefano Accorsi. A Cannes, invece, ci sono le altre voci delle versioni americana e francese: Benicio Del Toro, Riley Osborne, Mackenzie Foy, Marion Cotillard, Andrè Dussollier, Vincent Cassel, Guillaume Gallienne, Florence Foresti.

“E’ un libro speciale che appartiene alla vita di ciascuno – ha detto Mark Osborne – io stesso l’ho letto e riletto tante volte: quella storia sull’amicizia, sulla necessità ciascuno dell’altro, sulla cura feconda per il prossimo è immortale. Questo film è un’ottima opportunità per un tributo al Piccolo Principe”.

“Non è stato facile, ma siamo orgogliosi di quello che è venuto fuori – ha proseguito Osborne – realizzato da due differenti troupe e produzioni, tra Parigi e Montreal, il mix di tecniche è inedito ma qui era per noi la cosa giusta”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi