Anna e Yusef, l’amore non ha confini.

La regista Cinzia Th Torrini parla di immigrazione, dei barconi e delle tragedie nel mare in una fiction. Nasce così “Anna e Yusef”, una miniserie in due puntate che Raiuno propone lunedì 7 e martedì 8 settembre in prima serata.

anna_e_yusef2L’idea della storia “mi è venuta dopo aver visto in un tg, l’immagine di una donna bionda su una barca di migranti. Ho scoperto che aveva fatto quel viaggio insieme al figlio, frutto di un amore misto”, spiega la produttrice Paola Lucisano.

Girata tra l’Italia e la Tunisia, la fiction racconta la storia d’amore, ma anche di difficoltà e pregiudizi, di Anna (Vanessa Incontrada), giovane donna italiana che vive a Trento con il compagno Yusef, un ingegnere tunisino. I due si amano, a dispetto degli inevitabili pregiudizi della gente, ma la loro vita si complicherà molto presto.

“La nuova stagione riapre alla grande con una coppia di grande successo per RaiUno, Vanessa Incontrada e Cinzia Th Torrini, che l’anno scorso hanno fatto grandi numeri con Un’altra vita – spiega Tinni Andreatta, direttore di Rai Fiction -. In Anna e Yusef ci sono elementi drammatici e thriller, uniti a tematiche molto addosso all’attualità e all’oggi. Una storia calda che vuole evitare gli stereotipi”.

Le disavventure dei protagonisti, iniziano quando Yusef finisce accusato di associazione di stampo mafioso, per uno scambio di persona. Viene emesso un provvedimento d’espulsione e nonostante i suoi tentativi di scoprire il vero colpevole, l’uomo è costretto a tornare in Tunisia. Anna non si perde d’animo e lo raggiunge con la figlia, nonostante i conflitti con la famiglia del compagno. Inoltre la società tunisina è in piena primavera araba…

anna-e-yusef“Anna è una persona non pretenziosa e innamorata, vorrebbe la felicità e una vita serena. Ha trovato la sua metà e nel momento di difficoltà, continua a credere nel loro legame. L’amore è lottare e costruire insieme, anche se a volte non la si pensa allo stesso modo”, dice Vanessa Incontrada.

Vanessa Incontrada torna così a lavorare con Cinzia Th Torrini dopo lo straordinario successo (anche nelle repliche) della fiction “Un’altra vita”. Per l’attrice si è trattato di un’interpretazione molto difficile anche perchè, pur nella finzione, ha toccato con mano il dramma dei barconi: “Nella prima scena della fiction sto su un barcone di profughi con mia figlia. Tra gli urli e la gente disperata, mi sono immedesimata nelle persone che vivono davvero quella situazione e ho pianto”. Senza dimenticare che l’albergo nel quale gli attori hanno alloggiato durante le riprese a Tunisi era a poche centinaia di metri dal Museo del Bardo, obiettivo lo scorso marzo di un attentato che ha lasciato sul terreno 24 morti.

anna_e_yusef1Nei panni di Yusef c’è l’attore francese di origine algerina Adel Bencherif (che apparirà anche nell’ultimo 007, ‘Spectre’), alla sua prima esperienza nella fiction italiana, mentre la piccola Elettra Rossiello è la figlia Nadira.

Incontrada e Torrini hanno già programmato altri progetti insieme; ad anticiparlo la stessa attrice. Nel frattempo, nella stagione che sta per iniziare Vanessa Incontrada sarà ancora su Raiuno con la fiction “La classe degli asini”, che ripercorre la storia vera dell’abolizione delle classi differenziali nella scuola italiana. Non la vedremo, invece, in “Italia’s got talent”, cui ha dovuto rinunciare a causa di altri impegni. Tra questi, il cinema che la vedrà nelle sale, dal 17 settembre, con “Tutte lo vogliono”, al fianco di Enrico Brignano.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi