Magic Mike XXL, non solo spogliarelli.

Tornano gli spogliarellisti più hot del cinema nell’attesissimo sequel di “Magic Mike”. Greg Jacobs riporta al cinema dal 24 settembre Channing Tatum, Matt Bomer, Joe Manganiello, Kevin Nash, Adam Rodriguez e Gabriel Iglesias in “Magic Mike XXL”.

Magic Mike xxlAl cast originale si affiancano, con ruoli nuovi di zecca, Amber Heard, Donald Glover, Stephen ‘tWitch’ Boss e Michael Strahan, con Andie MacDowell, Elizabeth Banks e Jada Pinkett Smith.

Dopo che Mike (Channing Tatum) si è lasciato alle spalle la vita da spogliarellista, anche i rimanenti ‘Re di Tampa’ sono pronti a gettare la spugna. Ma vogliono farlo a modo loro: dando vita ad un ultimo incandescente spettacolo a Myrtle Beach, con il leggendario Magic Mike che torna per l’ultimo strepitoso striptease sul palco insieme a loro.

Descrivendo la nuova storia Tatum afferma: “Nel primo film ha iniziato a rifiutare quella vita che conduceva perché temeva gli impedisse di vedere cos’altro avrebbe potuto fare. Ma ora che ne ha preso le distanze ed è passato del tempo si ricorda quanto ci fosse di positivo, nuovo e divertente nel lavoro che faceva, ma soprattutto pensa ai ragazzi con i quali ha condiviso quella particolare avventura. Certo non era il massimo e neanche loro erano perfetti, ma era affezionato a quei ragazzi con cui ha vissuto dei momenti indimenticabili. Mike ha lavorato duramente da quando l’abbiamo lasciato nell’ultimo film ed ora lo ritroviamo nel momento in cui si rende conto che ha bisogno di rivivere la magia dei vecchi tempi. Ha bisogno di un po’ di quella vita pazza per movimentare la sua esistenza”.

Magic Mike xxlE’ tempo di uscire e divertirsi un po’, facendo quello che sa fare meglio. Così, quando gli altri elementi dei Re di Tampa decidono di coinvolgerlo nella stripper convention di Myrtle Beach – un evento piuttosto scandaloso – Magic Mike non può resistere: lui ci sarà.

Il regista di “Magic Mike XXL” Gregory Jacobs dice: “Volevo sapere che fine avessero fatto questi ragazzi. Adoro questi personaggi e la possibilità di seguire la loro storia era una cosa che veramente mi ha incuriosito, oltre al fatto che Mike reclamasse il loro legame e la loro amicizia, rendendosi conto che tutti sentivano la mancanza dell’altro. Ho immaginato che sarebbe stato bello riunire il gruppo e fare un film su un loro viaggio”.

Anche se in maniera puramente fittizia, alcuni riferimenti e l’atmosfera del mondo di Mike si ispirano all’ esperienza propria di Tatum negli anni in cui faceva il ballerino, abbastanza vasta da non poter essere descritta in un solo racconto. “Tra i racconti originari di Channing c’era il viaggio fatto molto tempo addietro ad una convention di spogliarellisti” spiega lo sceneggiatore Reid Carolin che, insieme a Nick Wechsler, Jacobs e Tatum, torna a produrre il sequel. “Abbiamo cercato di inglobarlo nel primo film, ma era talmente articolato da rappresentare una storia a sé”.

Gli attori sono stati felici, tanto quanto i personaggi che interpretano, all’idea di portare lo spettacolo on the road. “Non c’è mai stato un momento in cui ci siamo annoiati” afferma Joe Manganiello, che torna a rivestire i panni di Birillone Richie (BDR), al fianco di Matt Bomer, il ritratto perfetto di Ken, Adam Rodriguez, il latino Tito, Kevin Nash, il selvaggio Tarzan, e Gabriel Iglesias il non convenzionale Tobias. “Quando siamo stati scelti per il primo film, nessuno di noi aveva idea della chimica che si sarebbe poi innescata nel giro di poco tempo. C’è stata una sorta di provvidenza nell’assemblare questo gruppo. Funziona. Greg ha un cuore enorme e penso che la sua sensibilità si sia manifestata perfettamente in questo script, che è essenzialmente incentrato su quanto di bello può tirar fuori la fratellanza da ognuno, trascorrendo al contempo dei bei momenti”.

La squadra consolidata di produttori formata da Tatum e Carolin, che avevano in mente l’idea di un film del genere molto tempo prima del suo originale concepimento, concordano. “Greg era determinato e disposto ad averci come partner creativi fin dall’inizio”, dice Tatum. “Abbiamo trascorso molte ore a buttare giù delle idee per la trama. Era perfettamente conscio del fatto che il fulcro intorno al quale doveva svilupparsi la storia erano questi ragazzi, i personaggi che abbiamo creato, ma avevamo solo scalfito la superficie di chi fossero realmente”.

Di conseguenza, oltre a mostrare le dinamiche di questo gruppetto affiatato, “Magic Mike XXL”, mette in luce le loro personalità ed il loro talento in misura maggiore. Il cast ha inoltre avuto l’opportunità di dimostrare la propria comicità, dato che la storia li porta da un’iniziale riunione turbolenta a Tampa verso Savannah con alcune deviazioni esilaranti ma gratificanti, durante il viaggio verso il grande evento.

Jacobs afferma: “E’ il viaggio di Mike, ma è anche il viaggio di tutti loro. Abbiamo passato molto tempo a mettere a punto ogni elemento della storia, perché per noi era importante che anche gli altri personaggi fossero ben sviluppati, dando a tutti l’opportunità di mostrarsi ed emergere”.

“Hanno preso tutti a cuore le lettere XXL”, dice Bomer, che nel film fa altresì il suo debutto come cantante sul grande schermo. “Abbiamo messo tutto il nostro potenziale nelle nostre prestazioni, perché gran parte di ciò su cui è incentrato questo film è il culmine di quest’ ultima avventura che i ragazzi vogliono condividere. Vogliono fare un’uscita col botto in modo che, qualunque cosa accada dopo, possono sempre dire: ‘Abbiamo chiuso questo capitolo in maniera esplosiva’”.

I realizzatori hanno anche alzato la posta con l’entrata di nuovi personaggi che introducono sfide inaspettate e nuovi orientamenti. Amber Heard è la sfuggente Zoe, una fotografa che cattura l’attenzione di Mike; Andie MacDowell è Nancy, una disinibita Southern Belle che potrebbe avere proprio quelle caratteristiche che BDR non aveva più speranza di trovare; Elizabeth Banks è Paris, intenta a garantir loro un posto alla convention; e Jada Pinkett Smith è Rome, una donna appartenente al passato di Mike.

Rome è diventata la proprietaria di un club vittoriano. Jada Pinkett Smith, che non era mai stata in uno strip club prima d’ora, dice: “Quando ho visto quanto fosse esilarante stare con altre donne in quell’ambiente, e vedere quanto si divertissero ad assistere ad una vera e propria celebrazione della bellezza e degli istinti primordiali, è stata un’esperienza illuminante per me”.

“Il locale di Rome è lontano da tutto ciò che conoscevano. Di fatto, una volta usciti, si rendono conto di avere tutti qualcosa di unico in più da offrire”, aggiunge Adam Rodriguez.

La scuderia di talenti di Rome comprende Donald Glover nel ruolo dell’incantatore romantico Andre, con particolari doti canore; l’ex giocatore di football americano ormai intrattenitore Michael Strahan, che interpreta Augustus, il quale infonde puro atletismo nella sua performance; ed il ballerino fenomenale Stephen ‘tWitch’ Boss nei panni di Malik, che mostra il suo virtuosismo in un assolo prima di affiancare Mike in una performance sensazionale che raggiungerà una spettacolarità senza precedenti. “Questo film è cronologicamente collocato tre anni più tardi, quindi non si poteva regredire”, sottolinea tWitch. “Non si poteva rimanere allo stesso livello. Bisognava fare di più, e farlo ancora meglio: e questo è stato l’obiettivo e l’impegno di ogni ragazzo”.

“Anche se si tratta di un sequel, ‘Magic Mike XXL’ è un film a sé stante, riguarda un’avventura on the road e un’esperienza di danza che credo sorprenderà e farà divertire”, aggiunge il produttore Wechsler.

Sapendo di dover dare il massimo in ogni numero, pur mantenendo quello che il pubblico ha amato di “Magic Mike”, i realizzatori hanno arruolato nuovamente la coreografa Alison Faulk. Tornano anche a far parte della squadra lo scenografo Howard Cummings ed il costumista Christopher Peterson, che si sono impegnati a migliorare e valorizzare i locali ed il guardaroba per mostrare il lasso di tempo di tre anni, dando una giusta sequenza temporale alle origini di questi ragazzi fino al loro stato attuale.

Steven Soderbergh, regista del primo film ed ora produttore esecutivo di “Magic Mike XXL”, si è nuovamente cimentato con il doppio ruolo creativo di direttore della fotografia e montatore.

Optando in linea generale verso la naturalezza dell’illuminazione, Jacobs sostiene: “Avendo già seguito delle tonalità prestabilite nel primo film, non volevo discostarmene troppo, offrendo al contempo un approccio visivo diverso ed arricchito. Per prima cosa, la telecamera si muove di più, per cui vi è una evoluzione nello stile, in particolare durante la convention”.

Tale era il cameratismo sul set, che gli attori che avevano terminato la loro giornata di riprese spesso rimanevano fino a tarda notte per guardare ed incoraggiare gli altri durante le loro performance. Dice Wechsler: “E’ stato come tornare al campo estivo e rivedere tutti i tuoi amici; era così per tutti. Hanno risposto positivamente alla storia e, una volta a bordo, il loro legame ha assicurato un lavoro duro per essere i migliori ballerini che potevano. Il divertimento di questi ragazzi che emerge dallo schermo è autentico. Si sono veramente divertiti insieme”.
Per apportare tutta quella energia naturale, l’affinità e l’entusiasmo sullo schermo, Jacobs concorda che: “E’ stato davvero come avere uno spogliatoio su ruote”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi