Hunger Games, il canto della rivolta – parte 2.

Il franchise campione d’incassi Hunger Games ha attratto il pubblico di tutto il mondo, incassando più di 2,2 miliardi di dollari ai botteghini mondiali. “Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 2” è il capitolo finale e più potente della saga, in cui Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) si rende conto che non deve più combattere solo per la sopravvivenza, ma per il futuro della nazione.

hungerCon l’intera nazione di Panem in guerra totale, Katniss affronta il Presidente Snow (Donald Sutherland) per la resa dei conti finale. Insieme ai suoi più cari amici – inclusi Gale (Liam Hemsworth), Finnick (Sam Claflin) e Peeta (Josh Hutcherson) – Katniss va in missione con la squadra del Distretto 13, rischiando la vita per liberare i cittadini di Panem ed attentare alla vita del Presidente Snow, sempre più intenzionato a distruggerla. Le trappole mortali, i nemici e le scelte morali che aspettano Katniss la metteranno alla prova più di qualsiasi arena in cui abbia mai combattuto negli Hunger Games.

“Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 2” è diretto da Francis Lawrence da una sceneggiatura di Peter Craig e Danny Strong, e presenta un cast di talenti tra cui il premio Oscar Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Liam Hemsworth, Woody Harrelson, Elizabeth Banks, l’attore premio Oscar Philip Seymour Hoffman, Jeffrey Wright, Willow Shields, Sam Claflin, Jena Malone e con Stanley Tucci e Donald Sutherland che riprenderanno i loro ruoli originali di “Hunger Games” e “Hunger Games: La Ragazza di Fuoco”. Questo sorprendente cast è affiancato dai co-protagonisti di “Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1”, l’attrice premio Oscar Julianne Moore, Mahershala Ali, Natalie Dormer, Wes Chatham, Elden Henson ed Evan Ross.

“Le scene d’azione nel Canto della Rivolta – Parte 2 sono incredibili – dice la Lawrence -. Alcune sono state particolarmente difficili – girando in gallerie umide dentro e fuori dall’acqua e lottando con quasi 10 chili di attrezzatura inzuppata – ma ne è valsa la pena perché sembrerà tutto molto reale agli occhi del pubblico”.

E ancora l’attrice: ” Katniss ha iniziato a vedere la bellezza dell’umanità in questo film. All’inizio ha avuto solo una visione parziale delle cose, a causa della sua educazione. Allora non aveva molte speranze e ha patito la solitudine a lungo. Durante il percorso che ha vissuto – i Giochi, il Distretto 13, e Capitol City alla fine di questa storia – si è trovata invece sempre più in contatto con la gente”.

Spiega infine il regista Lawrence : “In questo film Katniss prende in mano la situazione ed affronta Snow personalmente. L’eroina ci porta in profondità tra le vie di Capitol City e va a chiudere il cerchio del viaggio di Katniss iniziato proprio lì nel primo film. C’è più azione, più estensione, più emozione e, ancor più di tutto questo film porta la storia alla sua toccante conclusione”.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi