Cannes 2016, nessun italiano in concorso.

Neanche un film italiano è in concorso per la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2016. Si apre con questa notizia il sipario sulla croisette. Durante la conferenza stampa ufficiale a Parigi del 69/mo festival cinematografico in programma dall’11 al 22 maggio, il direttore Thierry Fremaux ha affermato: cannes-2016“E’ un anno così, ci sono anni così… Ma l’Italia è sempre nel nostro cuore, lo dimostra il manifesto di questa 69/a edizione con un fotogramma di Villa Malaparte, a Capri, nel ‘Disprezzo’ di Jean-Luc Godard”.

Frémaux ha tenuto a ricordare che l’anno scorso il nostro Paese era in gara per la Palma d’Oro addirittura con i film di tre registi italiani: Nanni Moretti, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone.

Nella selezione del festival trova spazio nella Quinzaine des Realizateurs, invece, il film ‘La pazza gioia’ di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti e in Un Certain Regard ‘Pericle il Nero’ di Stefano Mordini con Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, dal romanzo di Giuseppe Ferrandino. La storia di un boss camorrista emigrato in Belgio e la possibilità di costruire una nuova esistenza. Inoltre, ‘L’ultima spiaggia’ del greco Thanos Anastopoulos e dell’italiano Davide Del Dega sono tra i film selezionati nelle Proiezione speciali. Il documentario mostra, tra l’altro, gli istanti di solidarietà tra i popoli greci e italiani e i migranti che vengono dalla Siria e dall’Iraq.

Niente da fare, quindi, per “Fai bei sogni” di Marco Bellocchio e per ‘Le confessioni’ di Roberto Andò, con Toni Servillo.

santa che dormeTanta Italia nella sezione corti con “Il silenzio” degli iraniani Farnoosh Samadi Foroshani e Ali Asgari, di produzione italiana e in corsa per la Palma d’oro e “La Santa che Dorme” di Laura Samani, prodotto del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, che vede la sceneggiatura di una firma di Terza Pagina: Marco Borromei.

In gara, invece, troviamo ‘Julieta’ di Pedro Almodovar, ‘Personal Shopper’ di Olivier Assayas, ‘La fille innocue’ dei fratelli Dardenne, ‘Juste la fin du monde’ di Xavier Dolan, ‘Paterson’ e ‘Gimme Danger’ di Jim Jarmusch, ‘I, Daniel Blake’ di Ken Loach, ‘The Neon Demon’ di Nicolas Winding Refn, ‘The Last Face’ di Sean Penn, ‘Ma loute’ di Bruno Dumont, ‘Loving’ di Jeff Nichols, ‘Agassi’ di Park Chan-wook, ‘Elle’ di Paul Verhoeven, ‘Mà Rosa’ di Brillante Mendoza. La Romania porta due titoli in gara, ‘Bacalaureat’ di Cristian Mungiu e ‘Sieranevada’ di Cristi Puiu.

Sono quattro i film francesi in competizione. Si tratta di ‘Mal de pierres’ di Nicole Garcia, con Marion Cotillard e Louis Garrel; ‘Personal Shopper’ del regista Olivier Assayas; “Ma Loute” del regista Bruno Dumont, con Fabrice Luchini, Juliette Binoche e Valeria Bruni-Tedeschi e, infine, “Rester vertical” di Alain Guiraudie.

spielberg ggg“E’ un festival con molte star” quello di quest’anno, ha detto il direttore Thierry Fremaux. Steven Spielberg, Julia Roberts e Jodie Foster saranno gli ospiti d’onore. Il regista di E.T, arriverà sulla Croisette per la presentazione, fuori concorso, del ‘GGG’, il suo adattamento del celebre romanzo di Roald Dahl. Lo stesso farà l’attrice regista Jodie Foster per il suo ‘Money Monster’ con Julia Roberts e George Clooney nelle vesti di un guru della finanza e presentatore tv preso in ostaggio. Presenti anche le star Ryan Gosling e Russell Crowe per ‘Nice Guys’ di Sean Black. Mentre Woody Allen, come già anticipato, sarà presente in apertura con il suo ‘Café Society’.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi