Alvaro Vitali torna al cinema

Un inedito Alvaro Vitali torna al cinema in un thriller. Dopo gli esordi al servizio del Maestro della Settima arte tricolore Federico Fellini, per il quale ha interpretato, tra le altre, la pellicola vincitrice del premio Oscar Amarcord, è divenuto famoso soprattutto come volto comico della commedia popolare sfornata negli anni Settanta e Ottanta. Con un curriculum comprendente oltre ottanta apparizioni tra grande e piccolo schermo, il romano Alvaro Vitali si appresta a tornare sul set in un’avventura del tutto inedita e nuova per lui: il thriller Deliriumpsike, le cui riprese sono previste nel corso del 2018.
Un thriller che segna il ritorno alla regia per Luigi Pastore (Come una crisalide, Violent shit: The movie), ispiratosi a fatti realmente accaduti e che dichiara: “Il titolo del film mi accompagna ormai da diversi anni e, alla fine, è ritornato con prepotenza nei miei pensieri.

PASTORE E VITALIA differenza dei miei precedenti lavori, in questo film non punterò sulla violenza estrema, sul sangue e sull’eros, ma voglio far provare una sensazione di disagio allo spettatore già dall’inizio, portandolo gradualmente in una spirale di follia. Ho pensato ad Alvaro Vitali mentre scrivevo la sceneggiatura e, nello sviluppo del suo personaggio, non ho avuto dubbi sul volto di questo grande interprete, che ha dato tanto al cinema italiano e che ha ancora molto da esprimere. È davvero un peccato che i nostri produttori abbiano etichettato e dimenticato questi grandi artisti, puntando su fenomeni di marketing che non sanno nemmeno cosa significhi la parola ‘gavetta’. Il mio è uno schiaffo morale ad un cinema ormai standardizzato, troppo politicamente corretto e infarcito di banalità e buonismo da bravi scolaretti. Non c’è più il coraggio di rischiare, privilegiando solo prodotti dozzinali, senza dare al pubblico la possibilità di scegliere veramente”.

ALVARO VITALIPer ora, nulla viene rivelato a proposito del plot, ma Vitali osserva: “Io ho sempre fatto film comici e divertenti, che mi hanno dato la notorietà. Devo dire che, sembra una stupidaggine, ma far ridere è molto più difficile che interpretare un film drammatico o di paura. Per questo motivo, ora, voglio entrare in questo mondo, al fine di vedere cosa vi è di diverso tra le due tipologie di film. Voglio toccare con mano”.

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale del film www.deliriumpsike.it e alla pagina social https://www.facebook.com/deliriumpsike/

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi