12 Soldiers, l’unica salvezza è la vittoria

Ogni adulto occidentale sa esattamente dove si trovava e cosa stava facendo in quella terribile mattina dell’11 settembre 2001. Ma sono pochi a conoscere gli eventi straordinari che si sono svolti poco dopo.

L’unità speciale Alpha 595 guidata dal Capitano Mitch Nelson (Chris Hemsworth) parte volontariamente per l’Afghanistan all’indomani degli attentati alle Torri gemelle di New York. 12 uomini in missione nella terra più pericolosa del mondo devono affrontare 50,000 talebani, combattendo contro carri armati e lanciarazzi in un territorio controllato dai fondamentalisti. Per sopravvivere una sola possibilità: vincere. Nell’inferno di una terra straniera ed ostile, una battaglia epica e spettacolare, che porterà Mitch e i suoi uomini a cambiare la storia dei talebani.

hsol_dtrl1_HSD201_2K_r709_tiffs_100917.088297.tifIl regista al suo esordio, Nicolai Fuglsig, porta al cinema dall’11 luglio ’12 Soldiers’ la più pericolosa e straordinaria missione che sia mai stata vissuta dai soldati americani in Afghanistan dopo l’11 settembre. Il film racconta per la prima volta la vera storia dei 12 soldati inviati per contrastare l’ascesa del terrorismo in quella regione, la culla di Bin Laden.

Congedate le rispettive famiglie, la squadra delle Forze Speciali statunitensi, guidata dal loro capitano, Mitch Nelson si ritrova catapultata nel remoto e aspro paesaggio dell’Afghanistan settentrionale, dove dovrà convincere il Generale Abdul Rashid Dostum (Navid Negahban) a unire le forze per combattere i loro comuni avversari: i talebani e i loro alleati di Al Qaeda. Oltre a dover superare la sfiducia reciproca e le numerose divergenze culturali, gli americani, abituati a tecnologie militari all’avanguardia, dovranno adottare le tattiche belliche dei soldati afghani a cavallo. Nonostante il crescente rispetto e un legame che stenta a formarsi, i nuovi alleati dovranno affrontare enormi difficoltà: sono notevolmente inferiori come numero e come armi, contro nemici spietati e pronti a tutto.

HS-007778.dngIl gruppo dei 12 soldati delle Forze Speciali statunitensi è formato, oltre che da Hemsworthe e Michael Shannon, da Michael Peña, Trevante Rhodes, Geoff Stults, Thad Luckinbill, Austin Stowell, Ben O’Toole, Austin Hébert, Kenneth Miller, Kenny Sheard e Jack Kesy. Il cast comprende anche Navid Negahban, Elsa Pataky, William Fichtner e Rob Riggle. Il cast tecnico include il Direttore della Fotografia Rasmus Videbaek e lo scenografo Christopher Glass. Al montaggio Lisa Las sek, per i costumi Dan Lester e infine il compositore Lorne Balfe.

Il film è prodotto da Jerry Bruckheimer mentre il premio Oscar Ted Tally ha scritto la sceneggiatura insieme a Peter Craig, basata sul romanzo “Horse Soldiers” dell’autore Doug Stanton.

Il produttore Jerry Bruckheimer dice, “Mentre il popolo americano era ancora sotto shock, questi uomini si sono avventurati verso l’ignoto, in una situazione piena di pericoli, per cercare di pareggiare i conti e offrirci una vittoria. Hanno dovuto lasciare le loro mogli e i loro figli, senza sapere dove stessero andando o se sarebbero mai riusciti a tornare indietro. L’operazione è rimasta segreta per diversi anni – la maggior parte della gente non ne ha mai nemmeno sentito parlare – ma questi uomini sono dei veri eroi”. Il regista di 12 Soldiers, Nicolai Fuglsig, aggiunge: “Erano in prima linea, i primi soldati americani sul territorio dell’Afghanistan. Quando arrivarono, si trovarono in inferiorità numerica di 5.000 a 1 rispetto ai nemici, e costantemente a rischio di cattura a causa dell’enorme taglia che i talebani avevano messo sulle loro teste”. Con il nome in codice di Task Force Dagger, la missione era tanto diplomatica quanto militare.

HS-004560.RAFFuglsig spiega: “Questa piccola squadra delle Forze Speciali doveva raggiungere il Generale Abdul Rashid Dostum, leader dell’Alleanza del Nord in Afghanistan, nel tentativo di aiutarlo a riprendere il controllo della regione. È stato il primo passo della lotta americana contro i talebani e Al Qaeda dopo l’11 settembre”. L’Alleanza del Nord, una fragile coalizione di leader militari afghani, si era in qualche modo fratturata negli anni dalla sua formazione nel 1996, ma c’era comunque una cosa che continuava ad unirli: il reciproco desiderio di liberare il loro paese dagli spietati talebani. Chris Hemsworth, che interpreta il Capitano Mitch Nelson, il capo della squadra delle Forze Speciali, osserva: “Questi soldati non sono andati lì come conquistatori; erano lì per aiutare il popolo afghano che stava combattendo per la libertà. Senza molte informazioni preliminari, dovevano guadagnarsi la fiducia di Dostum e dei suoi uomini o non avrebbero mai potuto portare a termine la loro missione. Ciò che ho amato di questa storia è stata la possibilità di mostrare agli americani il lavoro che è stato fatto insieme al popolo afghano per combattere un nemico comune”.

Bruckheimer definisce la missione “senza precedenti” per un’altra ragione. Nonostante fossero tra i soldati meglio addestrati dell’esercito, i 12 Berretti Verdi non erano preparati per una sfida così particolare: nel nord del paese, a causa del terreno montuoso e ripido, le moderne modalità di trasporto dovevano cedere il passo a qualcosa di più basilare. “L’unico modo per attraversare i sentieri di montagna era sui muli o a cavallo, quindi si sono dovuti adattare”, dice il produttore. “Solo uno di loro sapeva andare a cavallo, gli altri hanno dovuto imparare in fretta”. Per la prima volta dopo 60 anni, “Gli americani stavano scendendo in battaglia a cavallo”, osserva Fuglsig.

Oltre a raccontare la straordinaria storia della prima squadra delle Forze Speciali sul campo in Afghanistan, 12 Soldiers riconosce anche il coraggio di chi è rimasto a casa. Come si vede all’inizio del film, anche le mogli e i figli devono affrontare i sacrifici tipici delle forze armate, pur non indossando un’uniforme.

Nella sua essenza, 12 S oldiers non è solo un film di guerra: è una storia sull’imparare a rispettare le diffe renze che ci separano ma anche sullo scoprire le qualità che ci accomunano “.

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi