Spettri da ridere.

La casa vittoriana degli spettri, in scena al teatro Antigone di Roma dal 19 al 21 maggio, non è un horror gotico convenzionale, tutto porte che è meglio non toccare, pargoli inquietanti, scricchiolii misteriosi e nebbia impenetrabile.Flyer-I-fantasmi-fronte-716x1024

Lo spettacolo teatrale, scritto e diretto da Viviana Lentini, rispetta le regole dell’horror gotico ma rilegge le convenzioni del genere inserendo una serie di avvenimenti, alcuni dei quali tanto divertenti da far passare lo spettatore dalla tensione drammatica alle grasse risate.

È una commedia gotica dove un ragazzo si ritrova per spacconeria dentro una casa di epoca vittoriana infestata da cupi spettri. Ha voluto dimostrare ai suoi amici che è un impavido e che non teme nulla, neppure l’incontro con fantasmi che si palesano allo scoccare della mezzanotte e che incarnano personaggi con storie dai mille risvolti e colpi di scena tali da far sobbalzare lo spettatore dalla poltrona.

Il protagonista si imbatte in fantasmi di bambini dalle storie singolari, serial killer in pensione e scrittori suicidi. Con loro intreccia dialoghi che rivelano la loro vita (tra)passata, puntellata da episodi grotteschi ed esilaranti ma soprattutto inizia con loro un percorso, man mano che ci si muove all’interno dei diversi meandri della casa, che lo induce a indagare la profondità e le contraddizioni dell’animo umano. Ne nasce un’analisi penetrante che porterà il protagonista a rivedere le proprie scelte di vita e a maturarne altre, ben più ardue: scegliere tra la sua vita e quella della ragazza di cui è innamorato.

casa spettriIl testo è liberamente ispirato al romanzo I fantasmi della vita di Cristian Precamedi Conte, che è anche uno degli attori. Del cast fanno parte Elisa Billi, Roberto Di Marco, Alessandro Giova, Cristiana Mecozzi, Marina Parrulli e Simone Pulcini.

Condividi questo articolo!

2 Comments:

  1. Pingback:pay day loans

  2. Pingback:drugrehabcentershotline.com drug programs

Commenti chiusi